Società

Roma dal 28 ottobre : QVC Italia e la fotografia d’autore a sostegno di Breast Health International “DonneXDonne””

-«Eliana BambinoQVC Italia e la fotografia d’autore a sostegno di Breast Health
International con la mostra benefica “DonneXDonne”
Roma, 28 ottobre – 8 novembre 2014, Galleria del Cembalo
16 ottobre 2014 – QVC Italia presenta “DonneXDonne”, un’inedita mostra fotografica
tutta al femminile, per sostenere Breast Health International (BHI) nello sviluppo della
ricerca e della cura del tumore al seno e nell’assistenza alle donne colpite dalla malattia e
alle loro famiglie.
Un evento rivolto alle donne e non solo, ideato da Chiara Pariani, direttore marketing &
E-Commerce di QVC Italia, curato da Manuela De Leonardis con il supporto organizzativo
di Camera 21, che andrà in scena dal 28 ottobre all’8 novembre a Roma, negli straordinari
spazi della Galleria del Cembalo a Palazzo Borghese.
“L’attenzione è alle donne, prima di tutto, il progetto nasce infatti da una forte vocazione
verso il femminile. Le donne rappresentano il comune denominatore di questo evento
creato, interpretato e destinato proprio a loro.” – dichiara Chiara Pariani e continua –
“Crediamo che l’arte e la cultura siano produttori di valore. Il progetto rappresenta per
QVC un’occasione unica per rafforzare il rapporto con la collettività grazie a un mezzo
differente rispetto alla televisione o al web. Inoltre, siamo particolarmente sensibili alle
attività che mettono al centro le donne, perché il mondo femminile rappresenta il target
elettivo a cui ci rivolgiamo.”
“La macchina fotografa l’ignoto” è la frase della scrittrice americana Susan Sontag che ha
ispirato la mostra. “Ho voluto far luce su un ignoto rarefatto, potenzialmente minaccioso
quanto inspiegabilmente accogliente, in cui presenza e assenza si rincorrono
vicendevolmente. Catturare paure e desideri, sogni e tensioni, entusiasmi e dolori
esternando una parte profonda del sé, infatti, è liberatorio e innesca dinamiche
psicologiche in cui non è più certo quanto il reale si traduca in immaginario”, commenta
Manuela De Leonardis, curatrice della mostra “DonneXDonne” che con QVC Italia
condivide una grande sensibilità nei confronti dei temi sociali, mettendo al servizio delle
cause benefiche, nel caso specifico di Breast Health International, il proprio know how.
Le immagini fotografiche, selezionate dalla De Leonardis sono firmate da 25 artiste
internazionali – Lucia Baldini, Alessandra Baldoni, Eliana Bambino, Marina Cavazza,
Annalisa D’Angelo, Anna di Prospero, Simona Filippini, Susan Harbage Page, Simona
Ghizzoni, Maïmouna Guerresi, Archana Hande, Riitta Ikonen & Karoline Hjorth, Francesca
Leonardi, Rania Matar, Malena Mazza, Malekeh Nayiny, Valentina Parisi, Alice Pavesi
Fiori, Daniela Perego, Giada Ripa, Virginia Ryan, Larissa Sansour, Rita Soccio, Ivana
Spinelli, Cristina Vatielli .
“Il corpo femminile – soggetto del percorso – anche attraverso la formula del ritratto e
dell’autoritratto è lo scenario di costruzioni simboliche in cui la macchina fotografica è
una compagna di scrittura, pagina dopo pagina, di un diario personale che diventa corale”, afferma la curatrice.
“Un polittico femminile” è, invece, la definizione di Mario Peliti, direttore insieme a Paola
Cavazza Stacchini della Galleria del Cembalo che ospita l’esposizione, in cui la fotografia
conferma la sua natura antimimetica e la vocazione metaforica.
Sul filo delle emozioni e degli istinti, quindi, si definiscono immagini che svelano, in tutta
la loro vulnerabilità, il “desiderio di profanare la propria innocenza”, prendendo ancora
una volta in prestito le parole della Sontag.
Durante il vernissage del 28 ottobre verrà allestito un set fotografico dove alcune delle
artiste protagoniste realizzeranno alle ospiti che lo vorranno il ritratto con il fil rouge, un
filo di lana rosso, che rappresenta appunto il filo conduttore della campagna a sostegno
della fondazione Breast Health International, unite contro il tumore al seno. Parte del
ricavato di questa attività e della vendita delle opere esposte, andrà devoluto infatti a
BHI.
La mostra “DonneXDonne” si inserisce in un programma più ampio di attività relativo al
mese di ottobre, che ha visto QVC Italia al fianco di Breast Health International per il
quarto anno consecutivo con la vendita di un prodotto esclusivo Bliss e una campagna
multimediale che ha coinvolto le più svariate piattaforme, dai social media alle maggiori
testate italiane, dalla TV alla radio e affissioni in molte città italiane.
Con questo progetto, QVC, il retailer multimediale dello shopping e dell’intrattenimento,
rinnova il suo impegno concreto a favore delle tematiche di interesse sociale e collettivo
offrendo attraverso nuovi canali di comunicazione un messaggio di consapevolezza e
partecipazione.
QVC: il retailer multimediale di shopping e intrattenimento, è stato fondato nel 1986
negli Stati Uniti. Oggi è il secondo network televisivo americano con un fatturato di 8,6
miliardi di dollari e opera come retailer multimediale globale con oltre 13 milioni di clienti
tra Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Giappone, Italia e Cina, paese in cui è stata
lanciata la joint venture con CNR Mall. QVC propone prodotti dei migliori brand di
gioielleria, moda, bellezza, casa ed elettronica. La sede italiana è situata in un edificio
all’avanguardia dal punto di vista della sostenibilità ambientale e ospita studi di
registrazione che vantano le tecnologie più innovative, oltre a un call center. Lo staff è
guidato da Gregg Bertoni nel ruolo di CEO
Breast Health International : è stata fondata a Philadelphia nel 1990 su iniziativa del Dr.
Gordon Schwartz, uno dei più stimati chirurghi statunitensi e della moglie Shelley.
L’obiettivo principale della fondazione è lavorare a stretto contatto con i migliori
professionisti del mondo per trovare una cura definitiva per il tumore al seno, offrendo
allo stesso tempo un supporto concreto a sostegno delle spese accessorie non coperte
dai sistemi sanitari nazionali e/o dall’assicurazione sanitaria, come ad esempio: assistenza
a neonati o anziani per permettere alle donne di beneficiare di terapie e controlli, assistenza domestica post intervento chirurgico, trasporto da e per l’ospedale, cure per la
pelle e parrucche durante la chemioterapia. Per maggiori informazioni, visita il sito web:
www.breasthealthinternational.com
Manuela De Leonardis (Roma 1966), storico e critico d’arte, curatore indipendente. Scrive
di arti visive su il manifesto/Alias, Exibart, art a part of cult(ure). Con Postcart ha
pubblicato A tu per tu con i grandi fotografi – Vol. I (2011), A tu per tu con i grandi
fotografi e videoartisti – Vol. II (2012); A tu per tu con gli artisti che usano la fotografia –
Vol. III (2013) ed è curatrice di Cake. La cultura del dessert tra tradizione Araba e
Occidente (2013), art & food book a sostegno di Bait al Karama Women Center di Nablus
(Palestina). Curatrice indipendente ha organizzato, coordinato e curato varie mostre, tra
le quali: L’Italia rurale degli anni Sessanta: Sardegna, Basilicata, Calabria nelle fotografie di
Mario Carbone, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Lille (2007); Susan
Harbage Harbage Page. Lo strappo della storia, conversazione con merletti – Casa della
Memoria e della Storia, Roma (2013); Franco Cenci. Una storia ritrovata, Acta
International, Roma (2013); La grande illusione / The great illusion, Gallery of Art –
Temple University, Roma (2014); II Biennale del Vetro di Sansepolcro, Arezzo (2014);
Mitsuko Nagone. New Self, New to Self, FotoGrafia – Festival Internazionale di Roma,
Doozo, Roma (2014). Con Camera 21 ha collaborato ai progetti Di Lei. Donne globali
raccontano (2009) e A casa (2009).
Camera 21: è un’associazione di fotografi, curatori, docenti e appassionati di arti visive
fondata a Roma da Simona Filippini nel 2008. Opera per la diffusione della fotografia
contemporanea, la promozione del lavoro dei fotografi soci, la produzione di mostre e
l’ideazione di progetti e laboratori fotografici. Nel tempo, Camera 21 si è occupata anche
di progetti al femminile come Di lei: Donne globali raccontano; Femminile, plurale. Il
corpo è mio e lo fotografo io; Diario di un corpo fragile.
“DonneXDonne. QVC e la fotografia d’autore a sostegno di BHI – Breast Health
International”
da un’idea di Chiara Pariani
a cura di Manuela De Leonardis
Organizzazione: Camera 21
Galleria del Cembalo – Palazzo Borghese, Largo della Fontanella di Borghese, 19 – Romahttp://www.galleriadelcembalo.it/ita/
(28 ottobre-8 novembre 2014)
vernissage: martedì 28 ottobre ore 18,30
Artiste: Lucia Baldini, Alessandra Baldoni, Eliana Bambino, Marina Cavazza, Annalisa
D’Angelo, Anna Di Prospero, Simona Filippini, Susan Harbage Page, Simona Ghizzoni,
Maïmouna Guerresi, Archana Hande, Riitta Ikonen & Karoline Hjorth, Francesca Leonardi,
Rania Matar, Malena Mazza, Malekeh Nayiny, Valentina Parisi, Alice Pavesi Fiori, Daniela
Perego, Giada Ripa, Virginia Ryan, Larissa Sansour, Rita Soccio, Ivana Spinelli, Cristina
Vatielli
Galleria del Cembalo: www.galleriadelcembalo.it
Informazioni per i media
Ufficio Stampa QVC Italia: Francesca Noseda Press and Public Relations
• Francesca Noseda – francesca@francescanoseda.com – tel. 02 36748276
• Laura Duci – laura@francescanoseda.com – tel. 02 36748276
QVC Italia
• Sabrina Pigola – sabrina.pigola@qvc.com – tel. 349 6049402
• Elena Gritti – elena.gritti@qvc.com – tel. 345 7481290
QVC: su Digitale terrestre e su tivùsat, canale 32, Sky canale 475. Online su www.qvc.it.
Facebook: www.facebook.com/QVCItalia – Twitter: http://twitter.com/QVCItalia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close