Società

Appuntamenti della settimana con il festival Da Dove Sto Chiamando a Cagliari. In anteprima nazionale “Kairos” di Gyohei Zaitsu

Francesca Foscarini_Kalsh_foto Alan Tamburini
Francesca Foscarini_Kalsh_foto Alan Tamburini

Gli appuntamenti per la quarta settimana del festival: da giovedì a sabato danza con Francesca Foscarini​ e​Yasmeen Godder, musica con Terminale 3, Olivier Di Placido & Sec_, Filippo Mereu e Roberto Follesa, Raoul Moretti e Marco Lampis​. In anteprima nazionale lo spettacolo di danza butoh di Gyohei Zaitsu​

Entra nel vivo Da Dove Sto Chiamando, il festival di performing art, musica, danza e video organizzato a Cagliari per il secondo anno consecutivo dalle associazioni SpazioDanza e TiConZero.

Dopo l’anteprima di ottobre, il festival ha inaugurato sabato 15 e domenica 16 gli appuntamenti al Palazzo di Città in coabitazione con la mostra “Ricucire il mondo” di Maria Lai. In scena i musicisti Laurent Bigot e La Générale d’Experimentation e la danzatrice Sara Marasso. E’ stato presentato anche lo spettacolo inedito “Vero o Falso” a cura di SpazioDanza e TiConZero. Visitabili per tutta la durata del festival le due installazioni audiovisive “Steps to decay, i luoghi dell’abbandono”, collettiva a cura di Alessandro Olla e Giacomo Pisano, e “One Voices” di Lea Tania Lo Cicero a cura di SpazioMusica.


Questa settimana i nuovi appuntamenti: giovedì 20 novembre alle 21.15 la danzatrice Francesca Foscarini, vincitrice del premio Equilibrio Roma 2013, porterà in scena lo spettacolo di danza “Gut Gift” insieme all’interprete israeliana Yasmeen Godder. Alle 22.30 musica con i cagliaritani Terminale_3, Filippo Mereu e Marco Salaris, che presenteranno il nuovo lavoro discografico “I-son” prodotto da TiConZero.

Venerdì 21 novembre alle 21,15 protagonista ancora Francesca Foscarini con l’assolo “Kalsh” (sarebbe dovuto andare in scena un duetto con Sara Wictorowicz ma l’artista polacca non potrà essere a Cagliari per problemi di salute), a seguire il musicista elettronico napoletano Sec_ e il chitarrista francese Olivier Di Placido per un live non convenzionale di musica elettronica.

Nei giorni 20 e 21 al Palazzo di Città ci saranno i rappresentanti del portale dedicato al teatro TipsTheatre: tramite l’iniziativa “TipsLive” inviteranno gli spettatori a lasciare un commento, un “tip” sugli spettacoli appena visti. Le recensioni saranno poi pubblicate sulla piattaforma on line.

Sabato 22 novembre il Palazzo di Città accoglierà il duo cagliaritano Filippo Mereu e Roberto Follesa con un progetto di musica sperimentale tra analogico e digitale. Alle 22.30 ​in anteprima nazionale ​lo spettacolo “Kairos” che vedrà in scena il danzatore giapponese Gyohei Zaitsu, che ha reinventato lo stile butoh in chiave contemporanea, insieme ai musicisti The Art Of Improvvisation per uno spettacolo unico di improvvisazione su suono e movimento. A seguire l’arpista Raoul Moretti e la performer Leonarda Catta per lo spettacolo “Inghirios”. La serata si chiuderà con “Ucronia, selezioni musicali incredibili e straordinarie” a cura del musicista Marco Lampis.

Da Dove Sto Chiamando chiuderà il suo calendario nei giorni 27, 28 e 29 novembre: ospiti negli ultimi giorni del festival Michela Lucenti, la compagnia catalana Vero Cendoya, Monica Serra, Lu-Po, Eduard Altaba e Adele Madau, Psalm’n’Loker, Z’EV, Gianluca Becuzzi, Daniele Albanese.

CONVENZIONI
Oltre al contributo di Ministero dei Beni Culturali, Regione Sardegna, Comune di Cagliari e Musei Civici, per la buona riuscita del Festival e in risposta al momento di crisi economica le associazioni SpazioDanza e TiConZero hanno attivato una serie di accordi con società, associazioni culturali e partner privati che hanno messo a disposizione risorse e servizi.
Tra queste fondamentale sarà la presenza del CTM spa, azienda di trasporti cagliaritana che nei giorni del Festival metterà in servizio fino a mezzanotte la linea n. 7 per raggiungere il quartiere di Castello parzialmente chiuso al traffico e al parcheggio delle auto. L’accordo tra il Festival e il CTM è stato attivato grazie alla Commissione Trasporti del Comune di Cagliari e al comitato Castello 2020. Gli spettatori che si presenteranno in biglietteria con il biglietto dell’autobus obliterato avranno diritto all’ingresso a prezzo ridotto.
Biglietto ridotto anche per studenti e possessori di Carta Giovani. Gli operatori della rete MovieMentu saranno presenti per documentare gli eventi. Sarà presente anche la piattaforma digitale TIPStheater che raccoglierà le opinioni del pubblico su spettacoli e artisti in una prospettiva smart, green e social.

Il festival “Da dove sto chiamando” è organizzato dalle associazioni Spazio Danza e TiConzero con la direzione artistica di Momi Falchi, Tore Muroni e Alessandro Olla. Quest’anno il festival ha allargato la sua rete di collaborazioni e intersezioni con altre associazioni attente ai linguaggi dell’arte contemporanea: Carovana SMI e il suo progetto “Approdi” , l’associazione Spaziomusica con “Winter Project 2014”, le associazioni Ita Ti Nanta e Venticinquegradi e il gruppo MovieMentu. In programma anche interventi formativi con il Liceo Classico Siotto Pintor e il Conservatorio di Musica P. Da Palestrina, indispensabili per avvicinare le nuove generazioni ai linguaggi della contemporaneità.

Per informazioni:
www.dadovestochiamando.org

Orari:
Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 21.15
Ingresso € 10 (€ 7 ridotto)

Evento realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,
Regione Sardegna, Comune di Cagliari
e in collaborazione con i Musei Civici di Cagliari

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close