Italia

Cagliari, l’assessore Minerba e il consigliere Secchi in visita a Mario Carrucciu ultracentenario

unnamed (49)Il signor Mario Carrucciu, cagliaritano da generazioni, classe 1911, ex ufficiale dell’Esercito, l’8 novembre ha compiuto 103 anni e con stile ed eleganza ha ospitato a casa sua i rappresentati del Comune. Potrebbe essere lui il testimonial di Expo 2015 perché grazie alla dieta mediterranea, una alimentazione sana e un bicchiere di vino rosso a pasto non ha mai avuto nessun problema, anzi mangia ancora oggi di tutto tranne i fritti, che non ha mai amato, e non disdegna andare in ristorante.

L’Assessore alle Politiche Sociali Luigi Minerba e il consigliere di Sardegna Pulita Ferdinando Secchi, gli hanno consegnato una medaglia ricordo da parte del Sindaco Massimo Zedda.
Il signor Mario vive nel quartiere di S.Benedetto dove é amorevolmente seguito da 3 figlie ed un figlio. Molto lucido e sempre sorridente ha ricordato diversi aneddoti della sua lunga e travagliata vita. Il mio segreto, ha dichiarato all’inizio dell’incontro, é quello di non arrabbiarmi mai, ho partecipato alla Guerra civile di Spagna del ’36-’39 guadagnando tre decorazioni al valore. Negli anni ’40, dopo essersi sposato a Cagliari, ha prestato servizio a Padova ed in quelle vicinanze nel 1943, durante un’esercitazione militare, lanciò una bomba a mano che purtroppo non aveva la sicura, lo scoppio causò la perdita del braccio destro, ma quell’amputazione gli salvò la vita perché tutti i suoi commilitoni che partirono al fronte morirono in guerra.
Il signor Carrucciu é un grande appassionato di calcio ed assiste ancora oggi a tutte le partite di calcio che trasmette Sky e non perde mai una partita del suo amato Cagliari. In regalo riceve dal consigliere Secchi un opuscolo sui 70 anni di Gigi Riva e lui ammirando la foto di rombo di tuono ha esclamato: lui é il più grande giocatore che ho mai visto giocare e scommetto che é ancora scapolo!
Adesso le sue giornate sono scandite dalle passeggiate per le vie cittadine e dalle partite di pinnacolo con parenti e loro amici (i suoi li ha persi ad uno ad uno), ogni sera pressapoco allo stesso orario. Tempo fa è andato con i figli a visitare alla cittadella dei musei le statue dei Giganti di Monti Prama, ammirandoli per oltre un’ora. É ancora dinamico e gli piace andare sia nelle vie commerciali e cittadine che nei centri commerciali. Il giorno del suo compleanno, quando si é accorto che la torta recava la scritta 106 anziché 103 é stato sarcastico: fatene fare un’altra con la scritta giusta e questa fatela mettere in freezer che la mangiamo tra 3 anni!
Una delle avventure più divertenti e goliardiche é stata quella di seguire una trasferta della nazionale italiana con 3 amici, le iniziali dei nostri cognomi erano volutamente CCCP, era il 1963 prendemmo la nave sino a Civitavecchia poi in treno sino a Mosca un viaggio lunghissimo ma molto emozionante, per fortuna ci siamo divertiti tanto perché la nazionale di calcio perse per 2-0 contro i russi campioni d’Europa in carica. Dopo la visita degli esponenti comunali ha cenato regolarmente, guardato un pochino di televisione e poi visibilmente contento ha chiesto ai familiari la medaglia del Sindaco “ho apprezzato molto il gesto di cortesia e stanotte mi farà compagnia nel comodino”.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close