Editoriali

Genova Allerta Meteo orari di allerta

PioggiaGenova – Differenziata l’allerta in Liguria per le prossime ore:
– di livello 1 dalle 18 di oggi su tutto il territorio;
– sarà di livello 2 dalle 6 di domani, lunedì 10 novembre, in tutta la regione eccezion fatta per i bacini di Ponente (da Imperia a Noli), dove resterà a livello 1.

Per tutte le zone, l’allerta (1 o 2 che sia) cessa alla mezzanotte di lunedì.

Secondo quanto prevede un’ordinanza del Comune di Genova, dunque, domani le scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale dovrebbero essere chiuse, anche se su questo deve arrivare una comunicazione ufficiale del dirigente scolastico.


L’allarme è legato al progressivo peggioramento delle condizioni meteo. Dopo il bel tempo quasi primaverile di ieri, i temporali, anche intensi, arriveranno anche in Liguria. Nel dettaglio, il bollettino della Protezione civile parla di «rovesci diffusi da Ponente», in particolare in provincia di Imperia e nell’entroterra di Savona. In serata, il maltempo peggiorerà ancora: si parla di «intensificazione delle precipitazioni fino a forti».

Una tendenza che proseguirà anche domani per tutta la giornata: si legge di «precipitazioni diffuse e persistenti di intensità tra moderata e forte». E ancora notevole instabilità «con un’alta probabilità di rovesci o temporali forti anche persistenti». Ai temporali si accompagneranno anche venti forti, con raffiche di burrasca su buona parte della regione e il mare molto mosso.

Da qui la decisione di emettere il livello più basso dell’allerta. Come è stato specificato nella comunicazione emessa dagli uffici di viale Brigate partigiane, l’avviso di condizioni meteorologiche avverse, riguarda anche Sardegna, Piemonte ed Emilia Romagna. Quanto alla Liguria, i pericoli per la tenuta di versanti e strade, appaiono, fino a questo momento, abbastanza limitati: non dovrebbero esserci particolari problemi, anche se la Protezione Civile consiglia di monitorare attentamente le aree che presentano maggiori criticità, vale a dire quelle franabili e dove le eventuali esondazioni possono provocare seri danni. ( Il Secolo XIX)


Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close