Italia

Mestre: Memory Day 12 novembre 2014, Per ricordare

MANIFESTO MEMORY DAY dal 2014 verso il 2015 ! Mestre 12-11-2014Mercoledì 12 novembre, in una data assurta a indiscusso simbolo dei martiri sacrificatisi per il nostro Paese, e ad un anno esatto da quando il consueto appuntamento con il “Memory Day” ha avuto inizio con la sua “prima parte” svoltasi con un Convegno con illustri relatori, è fissato l’appuntamento con la seconda parte di una manifestazione che troverà il suo culmine alla presenza dei principali protagonisti dell’iniziativa, i nostri giovani, eredi, dopo di noi, dello straordinario esempio lasciatoci da chi tutto ha saputo dare in nome dei propri principi e per la difesa degli altri.
La seconda parte del Memory Day si terrà nella sala consiliare del Municipio di Mestre, animata dalle delegazioni di studenti di sei Istituti Superiori che presenteranno gli elaborati realizzati dopo la loro partecipazione all’iniziativa con cui la manifestazione ha avuto inizio il 12 novembre scorso, il Convegno dal titolo “MEMORY DAY… PER RICORDARE! 2013-2014 – Testimoni della MEMORIA –Viaggio di ricostruzione della nostra storia collettiva attraverso le vicende del passato ed i testimoni del nostro presente”. Quel giorno gli studenti hanno ascoltato i “Testimoni della Memoria” Donato Agnoletto, Caterina Chinnici, Lorenzo De Michele, Maria Grazia Laganà Fortugno, Gian Micalessin, Marina Orlandi Biagi e Mirko Schio, ed hanno utilizzato diversi strumenti didattici per raccogliere le testimonianze dirette di sopravvissuti, familiari, giornalisti e scrittori, trasposte in seguito in lavori unici che sono stati giudicati da una Commissione composta da tutti i Comandanti e Responsabili delle Forze di Polizia Civili e Militari, oltre che da Fervicredo e Coisp.
I primi tre classificati e votati da una Commissione composta da tutti i Responsabili delle Forze di Polizia civili e militari del territorio, riceveranno un riconoscimento rappresentato da una borsa di studio offerta dall’Associazione Fervicredo, ma senza che questo possa scalfire l’enorme valore di tutti gli elaborati presentati, frutto di un percorso di riflessione e di alacre lavoro di ricostruzione della nostra Storia e della memoria da parte dei ragazzi.
Questo è l’obiettivo principe dell’intera manifestazione, che da sempre il Comune di Venezia, il Sindacato di Polizia COISP e l’Associazione Fervicredo realizzano per ricordare, come è doveroso, il sacrificio di tutti coloro che sono rimasti Vittime del terrorismo, della mafia, del Dovere e di ogni forma di criminalità, e far così riflettere sul valore della vita e sulla sua sacralità, rinsaldando i vincoli che ci uniscono come cittadini italiani, valorizzando ogni attività che sostenga il ricordo di chi ha sacrificato sé stesso per tutelare i cittadini e le Istituzioni Democratiche di questo Paese.
La manifestazione “Memory Day” – che inizia e finisce in un 12 novembre che non è più solo il dramma ed il lutto sconfinato del crudele scenario di Nassirya che ci ha strappato i nostri figli migliori, ma diviene così anche squarcio di luce e di speranza perché l’estremo sacrificio sappia insegnarci qualcosa di indispensabile – mercoledì chiuderà orgogliosamente un lavoro lungo e sentito, partito da Mestre un anno fa, e passato per mille altre iniziative che si sono svolte in tanti luoghi d’Italia, partendo da Capaci nel maggio scorso, e poi attraversando il Paese come un inarrestabile fremito positivo. Orgogliosamente perché rappresenta certamente un esempio di come certi attori della società sappiano unirsi nel perseguimento di un prezioso e indispensabile fine educativo nei confronti dei nostri giovani, rinnovando contemporaneamente l’impegno civile nei confronti delle Vittime e dei loro Familiari.
Il Comitato Organizzatore

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close