Italia

Operazione Mamuthones tutti i nomi dei fermati

carabinieriUn sodalizio criminale made in Sardegna operava nell’alto Lazio. In Tuscia tra Lazio e Toscana erano cresciuti in modo esponenziale furti, incendi di aziende agricole, di auto e di negozi, ma anche rapine. Sgominata una banda dedita traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione e possesso di armi clandestine.

L’operazione Mamuthones, così chiamata forse per l’origine sarda dei fermati è stata portata avanti dai i carabinieri del comando provinciale di Viterbo e della compagnia di Ronciglione . Un particolare giro di racket che prevedeva non tanto l’estorsione di denaro ma l’assunzione di uomini vicini alla banda in aziende della Tuscia.

Fermati

  • Pier Paolo Mulas, 53 anni, di Escolca,
  • Salvatore Medde, 48 anni, di Borore,
  • Gavino Medde, 53 anni, di Ghilarza,
  • Giuseppe Medde, 51 anni, di Borore,
  • Giovanni Medde, 56 anni, di Borore,
  • Mario Tatti, 55 anni, di Nughedu Santa Vittoria,
  • Francesco Benito Salaris, 74 anni, di Sassari,
  • Gavino Goddi, 51 anni, di Orune,
  • Bernardino Goddi, 47 anni, di Orune
  • Gian Mauro Contena, 44 anni di Nuoro.

Ordine di custodia cautelare ha raggiunto anche:

  •  Claudio Liberati, 45 anni di Monterosi,
  • Salvatorangelo Spiga, 27 anni, di Mazzano Romano
  •  Massimo Petrelli, 56 anni di Carbognago.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close