Italia

Poliziotti e Carabinieri feriti in servizio. Il Coisp:

Coisp: “Questi ‘cretini’ con addosso un bersaglio… Ogni servizio è una roulette russa e non mancano persino gli agguati dei criminali comuni”

“In meno di un giorno quattro uomini delle Forze dell’Ordine vittime di azioni violente che potevano costar loro la vita nel corso di ‘comuni’ servizi di controllo del territorio. E’ una continua roulette russa. Fare Sicurezza, si sa, comporta dei rischi che le Forze dell’Ordine accettano nel momento in cui scelgono di dedicare la propria vita alla divisa. Ma la verità è che si assiste ogni giorno di più ad un incrudelimento ed un accanimento contro gli Operatori che sta trasformando veramente questo lavoro in un insostenibile gioco al massacro che si svolge, oltre tutto e purtroppo, in un pessimo e generale clima di mancanza di considerazione e rispetto e disconoscimento delle reali condizioni in cui operiamo che rendono il tutto anche più insopportabile e desolante”.

Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, esterna così la posizione del Sindacato Indipendente di Polizia dopo i due gravissimi episodi che, in due distinte operazioni di servizio, hanno coinvolto due Poliziotti e due Carabinieri rimasti, fortunatamente, “solo” feriti.

L’episodio più inquietante a Modena, dove dei ladri interrotti dai Poliziotti mentre stavano svaligiando un appartamento si sono prima dati alla fuga, dando vita così ad un pericoloso inseguimento per mezza città, ed in seguito, accumulato un minimo di vantaggio sulla Volante che li tallonava, hanno compiuto un vero e proprio agguato contro gli Agenti, attendendoli nel buio ad un incrocio e speronando l’auto di pattuglia al suo passaggio. Risultato: ‘cretini’ miracolosamente solo feriti e ladri fuggiti…

A Castiglione delle Stiviere (Mantova), invece, due Carabinieri sono rimasti feriti durante un inseguimento culminato con un incidente a Peschiera del Garda (Verona). La pattuglia era impegnata in un inseguimento di un’auto rubata che non si è fermata all’alt dei militari e durante la fuga, per evitare di essere bloccati dalla gazzella, l’auto con a bordo i malviventi ha compiuto una manovra molto pericolosa, sfiorando l’utilitaria di una giovane donna; per evitarla l’auto dei militari è andata a sbattere frontalmente contro il guard rail. Risultato: ‘cretini’ miracolosamente solo feriti (frattura scomposta di un braccio per uno, trauma cranico per l’altro) e ladri fuggiti…

“Certo che, a pensarci bene, bisogna essere davvero ‘cretini’ per continuare a fare questo lavoro – incalza Maccari -, davvero ‘cretini’ per volere ad ogni costo interrompere un furto, recuperare l’auto rubata ad un cittadino, assicurare chi viola la legge alla giustizia, garantire come meglio possiamo la sicurezza di tutti a scapito assoluto della scurezza nostra. Proprio ‘cretini’ a non fare il minimo indispensabile rischiando il meno possibile, specie considerando che tutta questa ostinata volontà di fare il nostro dovere è spesso e volentieri fonte di guai, di danni fisici, morali, giudiziari. A questo punto speriamo solo che a tutti i colleghi vittime persino di agguati di comuni criminali non facciano pagare anche le spese di riparazione delle auto di servizio… coi tempi che corrono non è poi una cosa così improbabile”.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close