Società

Il Confuoco a Savona: l’antico rito del ceppo d’alloro

Il Confuoco: l'antico rito del ceppo d'alloroCome ogni anno la domenica prima di Natale, a Savona si tiene la tradizionale cerimonia del Confuoco con l’accensione del ceppo d’alloro per propiziare l’anno che verrà.

Il Confuoco (Cunfögu in vernacolo savonese) è una tradizione culturale e religiosa legata alla Repubblica di Genova, che tutt’ora viene praticata in alcuni comuni liguri anticamente sede di podesterie e capitanati.

La manifestazione del Confuoco nacque per omaggiare la massima carica del Libero Comune: il Podestà. Il dono è un grosso tronco d’alloro coperto da rami e adornato di nastri bianchi-rossi, i colori del vessillo di Genova.

La cerimonia inizia con il corteo in costume d’epoca in rappresentanza dei Borghi cittadini fino in Piazza Sisto IV, dove ha sede il comune. Qui si dà luogo allo scambio di auguri tra il Sindaco e il Presidente della società “A Campanassa” (l’Abate del Popolo), e lo stesso Presidente omaggia il primo cittadino con un vaso di ceramica realizzato e prodotto nelle fornaci di Albisola. Quindi si dà fuoco ad un grosso ceppo formato da rami d’olivo e d’alloro. Ed è questo il momento culminante per la popolazione: a seconda la direzione presa dal fumo del ceppo si prevede se l’anno che verrà sarà propizio o nefasto. Quando il ceppo avrà finito di ardere, è tradizione dei cittadini prendere poche braci per tenerle in casa tutto l’anno come portafortuna e per tenere lontano disgrazie e sventure.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close