Italia

Il segreto del piccolo Loris

tristezzaCosa sapeva Andrea Loris ? Aveva assistito a qualcosa di cui gli era stato vietato parlarne e svelare?
O quell’Angelo è stato lasciato nelle mani di una persona, seppure fosse la madre, che non poteva accudire perché disturbata e non in grado di poterlo amare?
Nella sua ingenuità, nel litigio di quella mattina con la madre, l’ha minacciata di dire al padre quel segreto?
Certamente restano tante domande senza risposta, visto che la madre continua a mentire su tutto, ed è proprio lei, se non avesse nulla da nascondere, che dovrebbe aiutare gli inquirenti, che questa volta, sembra, non brancolano nel buio come in altri casi.
In un paese dove tutti sono osservati dal grande fratello, e nessuno sembra preoccuparsene, questa volta potrebbero, quegli occhi fissati sui passanti, dare la svolta decisiva con un solo rammarico: fra tutte le quarantacinque telecamere, ne mancano un paio vicino al mulino!

Sarebbero state davvero testimoni oculari di questo inaccettabile, crudele, efferato e ripugnante delitto!
Ma chi ha portato in quel posto Loris sapeva benissimo di non essere osservato da occhi elettronici…ma siamo sicuri che non vi fossero occhi umani ad assistere alla scena?
Quei minuti di vuoto dove la donna risulta essersi fermata vicino al luogo del ritrovamento, sono stati minuti di pentimento e voglia di tornare a riprenderlo o era l’attesa di chi sa cosa ha compiuto e aspetta di calmarsi, aspettando che il tremore dell’anima e del corpo smetta di scuoterla per poi riprendere la strada verso il corso di cucina?
Fin quando non si scopre la verità, non ci è dato saperlo e tutto rimane un punto interrogativo.
Certo è che da quel fosso al Mulino Vecchio di Santa Croce Camerina ( Ragusa) non è stato scoperto solo il corpicino di un bimbo dalla sorte segnata da una mano che doveva proteggerlo da tutto e da tutti, ma dal quel fosso sono iniziate ad emergere fatti e misfatti che mai vorremmo ci raccontassero, ma che, purtroppo, ci toccherà sentire…
Anche se spesso all’interno delle famiglie succedono dei fatti che nessuno deve sentire, nessuno deve sapere….

M.G.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close