Rubriche

In cammino verso l’ostensione: la messa del Papa in piazza Vittorio

 torino ostensioneIn piazza Vittorio la Messa con Papa Francesco Papa Francesco presiederà la concelebrazione eucaristica a Torino, il prossimo 21 giugno, in piazza Vittorio. È l’indicazione unanime emersa dall’incontro tenutosi oggi in Arcivescovado tra i membri dell’Assemblea del Comitato, l’organismo che raccoglie i «soci promotori» dell’ostensione della Sindone. Con mons. Nosiglia c’erano il sindaco Fassino, l’ispettore dei Salesiani del Piemonte don Enrico Stasi, il direttore regionale del Ministero dei Beni Culturali Turetta, l’assessore D’Acri (Provincia di Torino), il dr. Conterno in rappresentanza della Regione, il dr. Barioglio (Fondazione Crt), il dr. Coda (Compagnia di San Paolo). Presenti anche il presidente del Comitato organizzatore dell’ostensione, il vicesindaco di Torino Elide Tisi, don Roberto Gottardo, presidente della Commissione diocesana per la Sindone, il direttore generale del Comitato ing. Maurizio Baradello e il direttore della Comunicazione dr. Marco Bonatti. L’indicazione per piazza Vittorio come luogo della celebrazione della Messa risponde all’orientamento del Papa per una visita «alla città». Si è scelto dunque di offrire ai cittadini di Torino, e a tutti quanti vorranno partecipare, un’area che offra, nel centro storico, la capienza più ampia insieme con la possibilità di «incontrare» Papa Francesco anche lungo il percorso di avvicinamento alla piazza. La scelta di piazza Vittorio permette ora di sviluppare il lavoro preparatorio della visita. Si tratta di fissare un «programma orario» in relazione ai luoghi che il Papa vorrà visitare e alle persone che incontrerà. Tutte le indicazioni di programma andranno poi verificate, a livello locale, con le istituzioni, italiane e della Santa Sede, preposte alla sicurezza.

Il programma definitivo della visita verrà presentato, infine, dopo una ulteriore verifica con la Prefettura della Casa Pontificia, responsabile dell’organizzazione di ogni incontro del Papa. Al momento è impossibile anticipare dettagli della giornata papale. Le uniche «certezze» sono quelle indicate da Francesco stesso: venire pellegrino alla Sindone e onorare la memoria di San Giovanni Bosco nel secondo centenario della nascita. Allo stesso modo si sa che, nella giornata del Papa, ci sarà un’attenzione particolare per i giovani e per le persone in condizioni di sofferenza, secondo quanto indicato dall’arcivescovo di Torino mons. Nosiglia. I vescovi della Conferenza episcopale di Piemonte e Valle d’Aosta hanno lanciato un caloroso invito a partecipare agli incontri col Papa (Testo del messaggio in altro comunicato allegato). San Giovanni Paolo II fu due volte in piazza Vittorio durante le sue visite a Torino. Nel 1980, dal sagrato della Gran Madre, rivolse l’ultimo saluto alla città al termine dell’intensissima giornata del 13 aprile; nel 1998 celebrò in piazza Vittorio la Messa per la beatificazione di Teresa Bracco, Giovanni Maria Boccardo e Teresa Grillo Michel. Benedetto XVI invece, nel 2010, celebrò la Messa in piazza San Carlo e visitò la Sindone nel pomeriggio del 2 maggio.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close