Salute

In forma per le feste: la dieta della zuppa di cavolo

In forma per le feste: la dieta della zuppa di cavoloLe festività natalizie sono un periodo di grandi abbuffate che si traducono in odiati chili di troppo.

Il segreto per tornare in forma è la dieta della zuppa di cavolo che ha la durata di una settimana e può essere ripetuta nel corso del tempo. Questo regime alimentare punta sul cavolo, un ortaggio tipicamente invernale, povero di calorie ma con molte virtù; tra queste, rientra anche la sua capacità di ridurre il senso dell’appetito, di drenare e purificare. Inoltre, è particolarmente ricca di fibre che oltre a saziare, facilitano l’attività dell’intestino.


La dieta della zuppa di cavolo non deve essere proseguita per più di sette giorni perché non comprende tutti i cibi necessari per mantenersi in salute; non è adatta a chi è malato, agli allergici o intolleranti. Il cavolo è un alimento universalmente riconosciuto per i suoi tanti pregi che è stato impiegato sin dal passato per curare numerose patologie, compresi gli ascessi e le ferite . Appartiene alla famiglie delle crucifere con i cavoletti di Bruxelles, il cavolo cappuccio, i broccoli e tanti altri. Questi prodotti contengono alte percentuali di vitamine del gruppo B, di vitamina K, e sali minerali come magnesio, cobalto, calcio ed acido folico; inoltre, numerosi studi scientifici hanno accertato che si tratta di un potente antitumorale. Il cavolo si consuma principalmente cotto ma quando è molto fresco si può assaggiare anche crudo, condendolo semplicemente con olio e limone.

Durante il periodo di dieta, l’unico condimento previsto è l’olio extra vergine d’oliva nella misura di un cucchiaino al giorno; bisogna prestare attenzione al sale e allo zucchero. Lo schema alimentare è facile perché la pietanza principale è la zuppa di cavolo che deve essere accompagnata da verdura cotta e cruda, una porzione di pane e frutta fresca; quest’ultima deve essere consumata senza esagerazioni e non riguarda i cachi e le banane perché particolarmente ricche di zuccheri. Al mattino si inizia con un caffè o un tè poco zuccherati, una macedonia senza banane e senza zucchero e dei cereali o delle fette biscottate integrali.

Nell’arco della giornata è necessario bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale; a questa quantità è bene aggiungere tisane depuranti, tè verde e spremute non zuccherate. Il vino, i superalcolici e le bevande dolci sono da tralasciare così come gli snack; i cereali dovrebbero essere preferibilmente integrali.

Grazie a questa alimentazione ipocalorica e drenante è possibile arrivare a perdere fino a circa cinque chili. Online si trova anche un integratore alimentare a base di cavolo, che sfrutta le caratteristiche di questo ortaggio favorendo la perdita di peso.

La dieta della zuppa di cavolo presenta alcuni vantaggi, come il non dover pesare gli alimenti e l’essere poco costosa; infatti,per una settimana il principale alimento è il cavolfiore, prodotto tipicamente invernale e quindi largamente presente a prezzi accessibili. Non prevede la preparazione di pietanze particolarmente elaborate e la zuppa può essere cucinata anche in anticipo e successivamente scaldata.

Molto spesso, e a torto, i cavoli vengono snobbati perché considerati difficili da digerire e causa di cattivi odori durante la preparazione. Per ovviare a questo secondo problema è possibile aggiungere un goccio di aceto di vino bianco durante la cottura.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close