EditorialiItalia

Le cantine didattiche ad Albenga ed Alassio

IMG_2246 (2)Albenga- Una interessante iniziativa è stata attivata dall’ Istituto “ Giancardi- Galilei- Aicardi” di Alassio, guidato dal dirigente scolastico Tommaso Berruti. Si tratta di un progetto che vuol mettere insieme, Agricoltura e cultura, attraverso una rete museale e di cantine per il rilancio del turismo in Riviera in particolare nel periodo di bassa stagione. “Il nuovo prodotto Cantine Didattiche – hanno spiegato i promotori- apre nuovi scenari per la destagionalizzazione.


La Regione Liguria grazie a questo nuovo prodotto potrà ampliare la propria offerta turistica, affiancando alle tradizionali proposte educative delle Fattorie Didattiche quella delle cantine con attività formative nuove e strutturate in percorsi per ogni tipo di ordine di scuola”. Il progetto è stato presentato ad Albenga all’ Auditorium San Carlo, alla presenza dell’assessore regionale all’agricoltura Barbagallo e di personalità del mondo del vino e dell’agricoltura tra cui il presidente della Confederazione Italiana Agricoltori Mirco Mastroianni e il delegato provinciale dell’Associazione Italiana sommelier Gian Carlo Alfano. Erano presenti anche gli alunni del’Istituto Agrario D. Aicardi di Albenga e quelli dell’Alberghiero di Alassio coordinati dai docenti Monica Menozzi, Chiara D’Evola, Giovanni Marello, Franco Laureri e dall’enologa Caterina Vio. Sono state presentate le varie iniziative, è stato illustrato ai tanti ospiti ed alle autorità il portale www.cantinedidattiche.it, sono stati presentati i Quaderni di Cantine Didattiche e lo spot video realizzato dall’agenzia Eccoci per la promozione del segmento visite d’istruzione. Il progetto ideato dal Centro Studi sul Turismo dell’Istituto Alberghiero di Alassio è stato promosso grazie al progetto della Regione Liguria “Costruiamo”, in collaborazione con il Centro Di Educazione Ambientale Del Ponente Savonese e la cantina BioVio di Bastia d’ Albenga. “Questo progetto- ha sottolineato l’assessore regionale all’agricoltura Giovanni Barbagallo- dimostra come la cultura del fare sistema, in questo caso tra scuola e mondo agricolo, sia la strada giusta per promuovere una formazione incentrata “sul fare” capace di integrare la didattica frontale a quella sperimentale, come nello specifico dei percorsi di Cantine Didattiche”. In chiusura l’assessore all’agricoltura Alessandro Andreis si è impegnato ad aprire un tavolo di lavoro e studio per predisporre dei pacchetti integrati tra agricoltura e cultura – rete museale e cantine, al fine di rilanciare attraverso nuovi segmenti di mercato la bassa stagione. Infine l’assessore alle attività produttive Alessandro Andreis ha commentato: “ Il segmento del turismo scolastico è assolutamente da valorizzare. Poter raggiungere gli studenti è un metodo e uno strumento per promuovere il proprio territorio e le produzioni di valore”. A chiusura dell’ incontro si è brindato con un rinfresco a cura dell’Istituto Alberghiero di Alassio presso la cantina dei Fieu di Caruggi di Dino Vio.

PAOLO ALMANZI

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close