SaluteSpeciale Sclerosi Multipla

Sclerosi Multipla: uno studio di risonanza magnetica sul ruolo del ferro

cover  E’ stato pubblicato sul sito della rivista scientifica Journal of Neuroimaging uno studio intitolato “Heterogeneity of Multiple Sclerosis White Matter Lesions Detected With T2*-Weighted Imaging at 7.0 Tesla” (Eterogeneità delle lesioni della sostanza bianca della sclerosi multipla rilevate con imaging a 7.0 Tesla pesate in T2).

Secondo alcuni ricercatori americani, studi post-mortem nella sclerosi multipla (SM) indicano che in alcune lesioni della materia bianca (WM-Ls), il ferro è rilevabile con imaging di risonanza magnetica (MRI) a 7.0 Tesla (7T) pesate in T2 (T2*-W), ed il suo reciproco tasso di rilassamento R2*. Questo ferro appare come un bordo iperintenso nelle immagini R2* che circondano un nucleo ipointenso. Viene descritta come questa osservazione si collega in vivo alle caratteristiche cliniche/radiologiche dei pazienti.

Sono stati indagati 16 pazienti con sclerosi multipla con scanner 3T e 7/T. Le lesioni WM-Ls sono state identificate con risonanza magnetica T1-w/T2-w 3T. Successivamente, le lesioni WM-Ls con un bordo di elevato R2 * a 7T sono state contate e confrontate con il loro aspetto alla risonanza magnetica convenzionale.

Sono state contate 36 lesioni WM-Ls che presentano un bordo di elevata R2* su 10 pazienti. Ventitré lesioni (64%) coincidevano con lesioni focali WM-Ls alla risonanza magnetica T2 w ; 13 (36%) coincidevano con sole porzioni di lesioni più grandi sulle immagini T2 w; e 20 (56%) corrispondevano ad un buco nero cronico ipointenso. Le lesioni WM-Ls che presentano un bordo di elevato R2* sono state osservate in entrambi i pazienti recidivanti-remittenti con bassa disabilità e in quelli con SM secondariamente progressiva di lunga durata.

Al termine dello studio, secondo gli autori, le lesioni WM-Ls con un contorno di alto R2* sono presenti in diverse fasi della SM, che rappresentano potenzialmente differenze nell’apporto di ferro nell’evoluzione della malattia SM.

Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25657078

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close