Rubriche

Aggiornamento giornalisti con l’USSI a Genova

Aggiornamento giornalisti con l'USSI a Genova Genova -Una giornata di studio e di aggiornamento per i giornalisti liguri dal titolo: “ L’etica nello sport da ogni prospettiva” si è svolta ieri a Genova presso la sede del Coni ( in via Padre Santo). Ad organizzare l’evento è stata la sezione ligure dell’USSI ( Unione Stampa Sportiva Italiana) in collaborazione con l’Ordine Regionale ligure dei giornalistti. Vi hanno preso parte molti professionisti, giornalisti e pubblicisti che hanno seguito con vivo interesse gli interventi. Ad aprire il convegno è stato Gianluigi Corti dell’ USSI che ha introdotto insieme a Marco Callai i vari relatori. Nel corso della mattinata sono stati presentati personaggi emblematici e di rilievo del mondo sportivo come Mennea ( atletica), Fragomeni ( pugilato), Maddaloni ( judo), Lucchetta ( pallavolo), Battisti ( canottaggio), Campriani ( tiro), Quaglia ( atletica) Fraschini ( pattinaggio) e Tonelli ( ju jitzu). Figure che possono essere degli esempi e riferimenti di vita per i giovani e gli studenti. Molto applauditi gli interventi di Vittorio Ottonello ( Coni Liguria), Marco Callai ( USSI), Giorgio Costa ( Panathlon), Matteo Rossi ( Regione), Pier Paolo Varaldo ( Miur), Dario Gennaro ( Marketing), Irene Salvini ( CRM Spazio Genova) ed Andrea Castagneto ( atleta paralimpico). Si è trattato di un modo utile per tenere aggiornati i professionisti ed i pubblicisti iscritti all’ Ordine radunandoli ed informandoli adeguatamente sui dati più recenti riguardanti gli impianti, lo sport e l’attività motoria nella nostra regione. In Liguria lo sport rappresenta più del 3 per cento del Pil, conta su 150 mila tesserati e 4 mila società ed insieme alla scuola ed alla famiglia è la più importante agenzia educativa presente sul territorio. Alla fine del convegno Ussi è venuto fuori un panorama deludente riguardo al mondo educativo dove non si investe per nulla in ambito sportivo. Anche gli impianti, a livello regionale appena sufficienti, sono però carenti per una città dalle dimensioni di Genova. Qualche speranza e spiraglio sono giunti dal mondo imprenditoriale che sembra interessato a sostenere il mondo dello sport attraverso innovative forme di marketing.

PAOLO ALMANZI


Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close