Italia

Roma: due fermi per un sequestro d’ndrangheta

NDRANGHETA-1 (2)Roma, arrestate due persone che avrebbero ordito un sequestro di persona con l’aggravante del metodo mafioso. Sarebbero due pregiudicati che avrebbero pianificato il sequestro di uno studente universitario figlio di un presunto esponente di una famiglia d’ndrangheta.

 

Il sequestro  sarebbe avvenuto il 27 novembre 2013 nel quartiere Africano della Capitale. Dalle indagini è emerso che l’episodio era riconducibile a contrasti tra clan criminali calabresi. Il sequestro del giovane, di 23 anni, avvenne in pieno giorno e fu notato da alcuni passanti che diedero l’allarme al 112. Il ragazzo era stato aggredito in strada da un gruppo di persone che lo caricarono con forza su un’automobile e scapparono a forte velocità. Il giovane fu rilasciato dopo alcune ore.

Le indagini hanno portato a scoprire che il sequestro sarebbe stato ordito all’interno di una controversia tra clan delle ‘ndrine reggine ed in particolare  tra i Marando di Platì e Aquino-Coluccio di Gioiosa Jonica.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close