Italia

Savigliano, Nicola Pepe uccide a sprangate Massimo Scialabba

carabinieri cadavereNicola Pepe, 49enne, si è consegnato ai carabinieri di Savigliano (Cuneo) per l’omicidio di Massimo Scialabba, impresario edile di 41 anni. Il cadavere dell’uomo, con ferite al volto e sul corpo, è stato rinvenuto nel parcheggio del condominio in cui abitava a Genola.
Il presunto omicida si è consegnato ai carabinieri che hanno ritrovato anche la spranga usata per aggredire la vittima.

Da una prima ricostruzione degli investigatori Pepe, già noto alle forze dell’ordine, ha atteso la vittima e lo ha colpito ripetutamente al volto e sul corpo con una spranga, ritrovata dai carabinieri.
All’origine del delitto ci sarebbe una questione di debiti non assolti.


Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close