SaluteSpeciale Sclerosi Multipla

Sclerosi Multipla: dall’Egitto uno studio ecodoppler sulla CCSVI

egypt  E’ stato pubblicato sul sito della rivista scientifica The Egyptian Journal of Radiology and Nuclear Medicine uno studio intitolato “The role of color Duplex in diagnosing chronic cerebrospinal venous insufficiency in patients with multiple sclerosis” (Il ruolo del colordoppler nella diagnosi di insufficienza venosa cronica cerebrospinale nei pazienti con sclerosi multipla).

Secondo alcuni ricercatori dell’Università del Cairo (Egitto), la Ccsvi è stata recentemente ipotizzata a svolgere un ruolo nell’eziologia della sclerosi multipla. Può essere accertata in modo affidabile utilizzando l’ecodoppler per valutare l’emodinamica venosa cerebrale con i cambiamenti di postura.

Gli autori hanno così provato a valutare la prevalenza di Ccsvi nei pazienti con Sm.

E’ stato studiato un totale di 60 pazienti; (52) con Sm recidivante-remittente, (4) con Sm primariamente progressiva e (4) con Sm secondariamente progressiva. Sono stati arruolati in questo studio anche sessanta controlli sani della stessa età e sesso.

I pazienti sono stati sottoposti a completa storia clinica, ad esame neurologico e a valutazione ecodoppler.

La Ccsvi definita come la presenza di almeno due criteri emodinamici venosi positivi era presente in 8 dei 60 pazienti Sm (13%) e non è stata trovata in nessuno dei 60 controlli (0%). Quattro pazienti mostravano appieno i quattro criteri per la diagnosi, mentre gli altri quattro pazienti mostravano “solo” 2 criteri. La Ccsvi è stato notata essere più frequente tra i pazienti SP e PP (rispettivamente il 25% e 25%), rispetto alla Sm-RR (50%), mostrando un valore altamente significativo.

Al termine dello studio gli autori hanno concluso che la Ccsvi è una causa improbabile di Sm ed è probabile che sia un fenomeno secondario tardivo.

Fonte: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0378603X15000418

COMMENTO:

  1. Nei controlli sani non è stata trovata la Ccsvi (zero per cento) ;
  2. Gli autori confermano che la Ccsvi è più frequente nella Sm-SP; ma se la Ccsvi è più frequente nella Sm-SP non vuol dire che difficilmente possa essere causa di Sm. Vuol dire che aumenta la probabilità di andare in progressione…
  3. Con un buon training di formazione forse la prevalenza di Ccsvi trovata dagli autori potrebbe essere decisamente superiore.

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close