Scienze e Tecnologia

Allarme degli esperti: terremoti “creati” dall’uomo in aumento

terremotoGli specialisti del “U.S. Geological Survey” del governo Usa per la prima volta lanciano l’allarme e confermano un fenomeno sinora “sospettato”. Secondo gli esperti i terremoti “causati” da attività umane sono in deciso aumento, in particolare in aree del centro dell’Unione e lungo la costa orientale.Lo hanno dichiarato Giovedì rendendo nota la prima mappa di sismi accaduti di recente e creati dall’uomo. Particolarmente colpite risultano così alcune zone dell’Oklahoma, dove solo lo scorso anno sono stati registrati più terremoti di 3 gradi e più della scala Richter che in California mentre nello Stato dell’Ohio dopo 11 scosse sismiche succedutesi nel 2012. Seguono: il Texas specialmente nell’area di Dallas-Fort Worth, il Kansas, il Colorado, il New Mexico. Questi Stati sono stati colpiti negli ultimi 12 mesi da più terremoti che in passato. Le zone in cui i sismi sono avvenuti,sono “localizzate vicino a pozzi profondissimi in cui vengono iniettate acque di scarico di attività industriali, o dove si trovano impianti di varia natura capaci di promuovere terremoti”. Secondo Mark Petersen, capo del “Progetto nazionale sui pericoli sismici” “i terremoti non solo stanno avvenendo a frequenza sempre più ravvicinata, ma mettono in più grave pericolo le popolazioni vicine”. Sotto accusa, a detta degli esperti, sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” la tecnica, chiamata fraking, con iniezione di acqua e sabbia per estrarre gas. L’acqua, secondo questa teoria, si sarebbe infiltrata nella roccia portando allo spostamento di una faglia.

Lecce, 23 aprile 2015                                                                                                                                                                    

Giovanni D’AGATA

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close