Italia

Dalla viabilità allo sviluppo del Parco

Esterno ossarioIl vicepresidente con i consiglieri del direttivo sull’isola per la sicurezza stradale. Presto un tavolo con la Regione per la crescita del territorio.
STINTINO 18 marzo 2015 – «Siamo soddisfatti e pensiamo si possano trovare delle soluzioni per alcune delle problematiche, come quella della viabilità, che abbiamo individuato sull’isola». A dirlo è il vicepresidente del direttivo del Parco nazionale dell’Asinara, Antonio Diana, che nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo sull’isola parco.
La verifica sull’isola ha fatto seguito a un incontro, svolto nella sede portotorrese del parco, convocato per discutere della viabilità sull’Asinara. La questione circolazione stradale è stata al centro del confronto tra i partecipanti, in particolare per la necessità di interventi urgenti che garantiscano il transito dei mezzi in sicurezza.
Alla riunione hanno partecipato il consigliere Delfo Poddighe, Gigi Pittalis della giunta esecutiva del Parco, il commissario del Comune di Porto Torres Giuseppe Luigi Deligia assieme al dirigente del Patrimonio, al rappresentante della Conservatoria delle coste Giorgio Cicalò e dell’agenzia del Demanio. Erano presenti, inoltre, il comandante e il vice comandante della polizia municipale di Porto Torres.


All’attenzione anche gli interventi di recupero dell’ossario austro-ungarico, in prospettiva della manifestazione per il centenario della Grande Guerra, in programma per il 24 e 25 settembre.
Il vicepresidente del direttivo, inoltre, a Cagliari ha incontrato il capo di Gabinetto della giunta regionale e i rappresentanti dell’assessorato regionale all’Ambiente per avviare una serie di strategie e progetti di lavoro, per dare una prospettiva certa di sviluppo al parco nazionale. Agli incontri, ai quali ha partecipato anche il consigliere Luciano Mura, «si è convenuto – ha fatto sapere Antonio Diana – di organizzare un tavolo di lavoro che sarà convocato sull’isola dell’Asinara e al quale parteciperanno i rappresentanti della Regione, il direttivo del Parco e la Comunità del parco».

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close