Italia

NESCI (NCD): A DESTRA PER I NOVELLI “FIGLIOL PRODIGHI” NON CI SARÀ ALCUN “VITELLO GRASSO”

nesciLa linea del Coordinatore Ncd di Milano è incomprensibile
Roma , 02 Aprile 2015 – Uscire dal governo per ricostruire il centrodestra? Con chi, con Berlusconi che ha scelto come primario interlocutore Salvini? Rispetto la posizione di tutti, compresa chiaramente quella di Nicolò Mardegan, ma francamente non capisco di quale centrodestra si sta parlando. Se si tratta di quello populista ed antieuropeo della Lega, sono certo che la strada da intraprendere sia assolutamente un’altra” – così Denis Nesci, del Nuovo Centrodestra, commenta le dichiarazioni del Coordinatore cittadino di Milano dello stesso partito. “Un giorno si contesta Alfano perché, a parere di alcuni, difenderebbe le poltrone, il giorno dopo lo si accusa che la nuova “poltrona” proposta al Ncd non sarebbe adeguata.


Delle due, l’una: se il tema non sono gli spazi di potere ma l’azione di governo allora in queste argomentazioni c’è un’incoerenza di fondo” “Non c’è commentatore – continua Nesci – o osservatore politico che non sottolinei quanto le posizioni assunte dal governo siano poco “di sinistra”. Vogliamo perdere l’occasione di continuare ad offrire il nostro contributo per cambiare il Paese? A parer mio, sarebbe un vero e proprio suicidio”. “Se ne facciano una ragione questi novelli “figliol prodighi”, per loro, ad attenderli, non ci sarà alcun “vitello grasso””- conclude l’esponente Ncd.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close