Scienze e Tecnologia

WhatsApp: effettuato sorpasso sugli SMS tradizionali

La piattaforma di Zuckerberg gestisce 30 miliardi di messaggi al giorno contro i 20 miliardi inviati offline. Per WhatsApp 700 milioni di utenti

WhatsApp: 30 miliardi di messaggi al giornoWhatsApp si prende lo scettro della messaggistica istantanea globale. Un traguardo preventivabile, ma con tempistiche incerte e che ora si fanno concrete e si lasciano scoprire. Le abitudini di comunicazione, condivisione e partecipazione della società odierna viaggiano nel cyberspazio e scompaginano i vecchi equilibri e le desuete tradizioni di consumo. Chiunque dispone di una connessione internet su cui confidare in ogni momento, di un punto d’accesso a casa, selezionato dopo aver posto le ADSL più competitive del settore a confronto, e di un altro – almeno un altro – sul proprio dispositivo mobile. Tutto ciò che esiste può essere raccontato, pubblicato, fatto conoscere agli altri.

WhatsApp gestisce 30 miliardi di messaggi al giorno

Le cifre sono mastodontiche: il mercato della messaggistica istantanea ha un nuovo leader, comprovato dai fatti e dai numeri: attraverso WhatsApp, utenti di tutto il mondo inviano circa 30 miliardi di messaggi al giorno. Una cifra nettamente superiore ai 20 miliardi di SMS spediti tramite le tradizionali modalità offline. I dati sono stati pubblicati dal The Economist e mostrano come la trasmigrazione della comunicazione di massa sia un fatto ormai certificato da rilevanze empiriche inconfutabili.

Il mercato della messaggistica

Sono oltre 3 miliardi gli utenti che utilizzano servizi di messaggistica istantanea in tutto il mondo se si contano solo i primi 10 servizi del mercato. Un business che cresce in modo esponenziale. WhatsApp, da sola, conta oltre 700 milioni di iscritti al mondo, un bacino d’utenza che ha segnato crescite significative in seguito all’acquisto della piattaforma da parte del gruppo Facebook, un’operazione costata 19 miliardi di euro nel febbraio del 2014 ed entrata nella storia delle telecomunicazioni. L’anno scorso, l’app ha gestito una mole di messaggi abnorme, stimabile in circa 7 trilioni di invii, mille per ogni iscritto. Seguono nella speciale classifica Facebook Messenger e WeChat, entrambe con circa 400 mila utenti attivi.

Il sorpasso da parte di WhatsApp sui supporti di messaggistica tradizionali sarebbe avvenuto, secondo gli studi del The Economist, nel primo trimestre del 2015. Il gap si è acuito in tempi brevissimi e con cifre sorprendenti. Cifre che, oltretutto, si apprestano ad assumere proporzioni ancora più consistenti, vista la recente introduzione della funzione chiamata, messa a punto e già lanciata sul mercato dagli sviluppatori di WhatsApp.

Lecito aspettarsi una ulteriore polarizzazione dei mercati, con il traffico dati che scorre sui canali della rete deciso a conquistare quote di mercato sempre più ampie, a discapito delle tecnologie standard, che poi è un altro modo di dire obsolete.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close