Editoriali

ISRE Nuoro – I Film vincitori de Il Mese del Documentario 2015

STOP THE POUNDING HEART DI ROBERTO MINERVINI VINCE IL DOC/IT PROFESSIONAL AWARD

come MIGLIOR DOCUMENTARIO ITALIANO DELL’ANNO

SMOKINGS di MICHELE FORNASERO VINCE IL PREMIO DEL PUBBLICO

Il vincitore del Doc/it Professional Award per il miglior documentario italiano dell’anno, è Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini, un’incursione nel Texas rurale odierno attraverso gli occhi di un’adolescente cresciuta in una famiglia rigidamente cattolica.

Il regista, da poco reduce dal Festival di Cannes con la sua nuova opera Lousiana che dal 28 maggio sarà nelle sale italiane, ha ricevuto l’unico premio di categoria in Italia dedicato al documentario italiano battendo avversari illustri quali Gianfranco Rosi con Sacro GRA, già vincitore del Leone d’oro alla 70esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, il vincitore del Globo d’oro Giovanni Donfrancesco conThe Stone River, e film che hanno riscosso un notevole successo di pubblico come SmoKings di Michele Fornasero e Dal Profondo di Valentina Pedicini.

A decretare Stop the Pounding Heart vincitore del Doc/it Professional Award come miglior documentario italiano dell’anno è stata la votazione di un’Academy di professionisti del settore composta da più di 150 tra registi, produttori, direttori di festival e giornalisti esperti di Cinema del Reale. Il film si è aggiudicato il premio del valore di 3000 euro offerti da Doc/it – Associazione Documentaristi italiani distinguendosi tra gli oltre 80 film che hanno partecipato quest’anno.

Ad ottenere il Premio del Pubblico, del valore di 1000 euro offerti dall’Associazione per l’autorialità cinetelevisiva 100autori è inveceSmoKings di Michele Fornasero. Il film sulle vicende dei fratelli Messina e sulla loro fabbrica italiana di sigarette ha conquistato gli spettatori delle 14 città italiane ed Europee che hanno partecipato a Il Mese del Documentario ottenendo i voti più alti degli altri quattro avversari.

Il Mese del Documentario, la manifestazione organizzata dall’associazione Doc/it in collaborazione con l’associazione 100autori per promuovere il cinema documentario in sala e rivolta a un pubblico più grande di amanti del Cinema del Reale, anche quest’anno ha portato i cinque finalisti del Doc/it Professional Award nelle sale di 14 città italiane ed europee nell’arco di un intero mese di proiezioni. Dal Profondodi Valentina Pedicini, Sacro Gra di Gianfranco Rosi, SmoKings di Michele Fornasero Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini, The Stone River di Giovanni Donfrancesco sono stati proiettati dai capoluoghi come Roma, Bari, L’Aquila, Milano, Napoli, Palermo, Trieste a centri più capillari che da anni sostengono il documentario come Noto, Nuoro e Nola oltre a 4 città europee di cui tre capitali: Berlino, Londra, Parigi e Grenoble.
Per la sua terza edizione Il Mese del Documentario ha goduto di un successo e di un’adesione sempre crescente, sia per le città coinvolte che per la presenza degli spettatori che hanno partecipato alla votazione del Premio del Pubblico dimostrando un gradimento molto alto verso i cinque film proposti.

A Nuoro, nel corso delle cinque settimane di proiezioni, la manifestazione, realizzata da Doc/it in collaborazione con l’Istituto Superiore Regionale Etnografico, ha visto la costante partecipazione di numerosi spettatori e un crescente interesse determinato dall’altissima qualità delle opere proposte.

La rassegna ha avuto inizio lo scorso 22 aprile e nel corso delle previste cinque serate sono stati proiettati nell’auditorium “Giovanni Lilliu” i cinque film finalisti del Doc/it Professional Award: Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini (presentato da Antioco Floris), SmoKingsdi Michele Fornasero (presentato da Francesco Pirisi), The Stone River di Giovanni Donfrancesco (presentato da Paolo Piquereddu), Dal profondo di Valentina Pedicini (presentato da Salvatore Pinna) e Sacro GRA di Gianfranco Rosi (presentato da Salvatore Mereu). Al termine di ogni proiezione il pubblico in sala ha espresso il proprio voto, contribuendo, insieme ai voti espressi dagli spettatori delle altre 13 città coinvolte, a determinare l’attribuzione del Premio del Pubblico offerto dall’ Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva 100autori

Oltre al Doc/it Professional Award e al Premio del Pubblico sono stati consegnati ai finalisti altri quattro premi durante la cerimonia svoltasi il 27 maggio a Roma e condotta dalla regista Mariangela Barbanente e dal regista Giovanni Piperno, già vincitore del Doc/it Professional Award con Le Cose Belle lo scorso anno. Il Premio AAMOD (materiale d’archivio) è andato a Sacro Gra di Gianfranco Rosi, mentre The Stone River di Giovanni Donfrancesco si è aggiudicato il Premio IssaVerdens (encoding DCP), il Premio StadionVideo (sottotitoli e master per la messa in onda Tv) è stato vinto da SmoKings di Michele Fornasero mentre il Premio KINO (sala proiezioni test) è stato consegnato a Dal Profondo di Valentina Pedicini.

I Vincitori Del Doc/It Professional Award – passate edizioni:

2013 Le Cose Belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno

2012 Bad Weather di Giovanni Giommi

2011 El Sicario Room 164 di Gianfranco Rosi

2010 La Bocca del Lupo di Pietro Marcello

I VINCITORI DE IL MESE DEL DOCUMENTARIO 2015- III EDIZIONE

DOC/IT PROFESSIONAL AWARD come miglior documentario italiano dell’anno
Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini

PREMIO DEL PUBBLICO
SmoKings di Michele Fornasero
PREMIO AAMOD
Sacro Gra di Gianfranco Rosi
PREMIO ISSAVERDENS
The Stone River di Giovanni Donfrancesco
PREMIO STADIONVIDEO
SmoKings di Michele Fornasero
PREMIO KINO
Dal Profondo di Valentina Pedicini

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close