Italia

Brescello: sequestro beni all’ndrangheta

Brescello, un sequestro beni I per mezzo milione di euro riconducibili alla cosca Grande Aracri, secondo gli inquirenti. I beni sequestrati sarebbero appartenenti ai parenti di Francesco Grande Aracri, fratello del presunto boss Nicolino.

Sequestrata anche una azienda di lavorazione marmi, una autorimessa ed altri beni. Nel Municipio di Brescello, proseguono i lavori della commissione di indagine nominata dal Prefetto di Reggio Emilia per verificare il condizionamento della cosca sull’amministrazione comunale.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close