Rubriche

Opportunità commerciali per i piccoli produttori umbri in trasferta a Milano per Expo

Milano, 6 luglio 2015 – Si è conclusa ieri la 3° settimana del Progetto eastUmbria ad Expo, organizzato da Ati3 in collaborazione con Strada dell’Olio Dop Umbria, con una buona opportunità commerciale per tutti i produttori che hanno presentato i propri prodotti nel Mercato Metropolitano, uno dei luoghi di expoincittà a Milano.

Infatti, nel grande mercato metropolitano, aperto nello scorso 1 maggio, in occasione di Expo, frequentato da più di 5000 persone ogni sera, c’è un market con una selezionatissima proposta di prodotti, non trovabili nella GDO, e le aziende dello spazio Umbria potranno essere tra le poche selezionate. A giorni verranno sottoposti al vaglio di una commissione valutatrice che deciderà l’inserimento dei prodotti umbri nel market interno. Una attività promozionale quella realizzata da Ati3, che però sta portando dei contatti commerciali per coloro che hanno deciso di collaborare al progetto EastUmbria.

Queste le aziende coinvolte nelle degustazioni sia in Expo, spazio Cascina Triulza, sia al mercato Metropolitano: I tartufi dell’azienda Tartufi & Funghi Fortunati Antonio di Campello sul Clitunno, il Farro Dop di Monteleone di Spoleto di Paoletti / Cicchetti azienda leader nel mercato, l’Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria della Società Agricola Trevi il Frantoio, Vino Rosso Bastardo della Cantina Signae di Giano dell’Umbria, Vino Trebbiano Spoletino della Spoleto Doc della Cantina Colle Uncinano, lo Zafferano di Spoleto dell’Associazione dei produttori di Spoleto, il Pandelclitunno del Molino sul Clitunno di Trevi e per finire, molto apprezzati i consigli dell’Almanacco Barbanera.

Inoltre, l’Ati 3, giovedì 2 luglio, presso lo spazio Adi (Associazione Design Industriale) di Via Bramante, gestito dal Centro Estero, in collaborazione con l’Università dei Sapori ha offerto, alla delegazione dei giornalisti intervenuti per l’inaugurazione della mostra Vertigine Umbra, una degustazione di prodotti identitari della Valle Umbra e Valnerina.

Continua il coinvolgimento dei singoli territori attraverso le IAT comprensoriali che, dopo la presenza del personale di Foligno, ha lasciato il posto allo Iat della Valnerina che rimarrà fino alla conclusione dell’evento.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close