Editoriali

Sassari Parte dalle borgate la valorizzazione del territorio

Un ricco programma di sagre e feste patronali per promuovere la Nurra con la sue specificità e le sue tradizioni.

SASSARI 24 luglio 2015 – Le borgate della Nurra saranno protagoniste assolute in un’ottica di valorizzazione delle identità dei luoghi. Sagre e feste patronali, dal 24 luglio al 5 settembre, costituiranno il filo conduttore in grado di tenere assieme La Corte, Villassunta, Palmadula, Tottubella, Argentiera, La Pedraia, Biancareddu, Campanedda, Canaglia, Bacchileddu all’interno di un percorso che vede impegnati Comune e imprenditori per un rilancio, anche economico, del territorio.

Il progetto è il frutto di una ampia condivisione che ha visto l’assessorato comunale alla Cultura e Turismo, la circoscrizione, comitati patronali, e gli imprenditori collaborare e coordinarsi tra loro. A fare da collante l’associazione Nure promotrice di un percorso per la creazione di una serie di iniziative che, da una parte, mirano alla riscoperta dei valori e delle tradizioni del territorio e, dall’altra, a imprimere un impulso di tipo economico.

Gli appuntamenti sono stati presentati questa mattina a Palazzo Ducale alla presenza dell’assessora alla Cultura e Turismo Monica Spanedda, del presidente dell’associazione Nure Rino Pulina, della consigliera della circoscrizione unica Roberta Deligios e del consigliere comunale Enrico Sini.

«La vera sfida – ha detto l’assessora Monica Spanedda – è che tutti gli attori del territorio siano allo stesso tavolo e, assieme, condividano progetti di più ampio respiro che da una valorizzazione ambientale si traducono in progetti a valorizzazione turistica a fini anche imprenditoriali».

«Le sagre e le feste patronali – ha aggiunto Rino Pulina – hanno un ruolo importante nel nostro progetto perchè grazie a questi appuntamenti abbiamo l’occasione di farci conoscere e avvicinare i visitatori alla Nurra e creare economia. Il nostro progetto è basato sul rilancio economica del territorio e, in particolare nalla valorizzazione delle peculiarità, quindi promuovere sentieri, spiagge, miniere, laghi».

«Dobbiamo essere consapevoli di quello che abbiamo da offrire – ha detto Roberta Deligios – perché se non lo siamo, nemmeno il turista sarà in grado di conoscere il nostro territorio». Un lavoro che può essere realizzato quindi anche attraverso l’unione delle imprese «che – ha sottolineato i consigliere Enrico Sini – già da qualche tempo hanno iniziato a muoversi vero questa direzione».

Ecco, allora, che ristoratori, albergatori, titolari di altre strutture ricettive, operatori del settore turistico hanno lavorato assieme ai rappresentanti dei comitati delle feste di borgata per avviare un progetto a lungo termine. Una piccola rete tenuta assieme dalla volontà di promuovere iniziative valide e in grado di rappresentare un’offerta turistica che mira a creare un’identità. Per questo si punta a un’immagine coordinata, una presenza sul web e sui maggiori social media e a una gestione di servizi capace di garantire ai turisti una buona ospitalità.

Alla rete, sino a ora, hanno preso parte 29 aziende operanti nel settore turistico e non e 7 comitati organizzatori delle manifestazioni di borgata. Tra questi Wild Asinara Park, Discovering Sardinia, Parco Lu Cantaru, Diving Porto Conte, Baratz Rent a bike, Tre Stelle – Sa Mandra, SI.GA. Srl – “Porto Palmas”, El Sombrero – “Argentiera”, Coop Piccoli Passi – “Il Baretto Porto Ferro” Farmacia Salaris – “Palmadula”, Artigianato Sardo – “Palmadula”, Ristorante Il Veliero – “Argentiera”, Agriturismo Le Tre Grazie, Agriturismo Sa Pramma, Agriturismo Il Mirto, Agriturismo Deligios, Agriturismo Finagliosu, Agriturismo Su Siddaddu, Agriturismo La Giara, Agriturismo La Corte del Cacciatore, Agriturismo Cuile de Molino, B&B Il Giardino delle Palme, B&B La Casa Poderale, B&B Bonsai, B&B Le ginestre, B&b s’istentale, Casa vacanze Podere 72, Residence Argentiera, Residence Le Palme – Palmadula.

GLI APPUNTAMENTI. A dare il via agli appuntamenti la sagra del vitello alla brace che il 24 lugliocaratterizzerà la festa patronale di San Cristoforo. Dopo la messa delle 18,30, le degustazioni organizzate dall’associazione Nure prenderanno il via alle 20, mentre alle 22 è in programma lo spettacolo musicale con il Duo Marimba a cura del comitato San Cristoforo de La Corte. Il 25 luglio, poi, è in programma il concerto dei Janas (ore 22) mentre il 26 luglio alle 20 si esibiranno gli atleti della scuola di ballo Dance point Sassari e alle 22 lo spettacolo musicale “Sassari Antigga” chiuderà i festeggiamenti.

La piazza don Pittalis di La Corte, il 7 agosto ospiterà la sagra dell’agnello allo spiedo, organizzata in collaborazione con il comitato San Giovanni Battista “Fedales 65” .

Il 12 agosto i profumi dell’arrosto di maiale riempiranno la serata della borgata di Palmadula che ospiterà la sagra del maialetto.

A chiudere il ciclo degli appuntamenti organizzati dall’associazione Nure sarà la sagra del calamaro in programma il 5 settembre alle 19 nella piazza Camillo Marchese all’Argentiera.

A questi appuntamenti si aggiungono quelli del 7, 8 e 9 agosto con la festa patronale dell’Assunta nellaborgata di Villassunta.

Il 21, 22 e 23 agosto la borgata di Tottubella festeggerà la patrona “Santa Maria Regina”: il 21 luglio alle 22 il cabaret di Pino e gli anticorpi, quindi il 22 luglio i balli del gruppo folk San Nicola di Sassari e il 23 alle 22 gli Istentales in concerto.

La piccola borgata di San Giovanni dal 28 al 30 agosto celebrerà la festa per San Giovanni Battista. Ale 21,30 del 28 agosto il cabaret con Gianluca Impastato e Gianluca Fubelli, il 29 agosto il concerto dei Tazenda con Arkeos (22,30) e il 30 agosto alle 22 il “tributo a Rino Gaetano” con la band Alessandro Azara.

Il 29 e 30 agosto sono previsti appuntamenti interessanti anche a La Corte: il 29 alle 19,30 i Fedales 65 organizzano la sagra del maialetto allo spiedo, mentre il 30, in piazza don Pittalis alle 21,30 in scena il concerto dei Sesto senso con il “tributo ai Nomadi”.

Chiuderanno il mese di settembre due appuntamenti: il 19 e 20 la festa patronale di Sant’Anatolia con serate musicali e commedia in sassarese, quindi il 27 settembre il lago di Baratz sarà il protagonista per una intera giornata con degustazioni di piatti tipici e prodotti del territorio, escursioni e intrattenimenti per bambini.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close