EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’Aquila: Poliziotta ferita, Il Coisp

logo-coispPoliziotta ferita a L’Aquila in occasione della visita di Renzi, il Coisp protesta: “Ennesima prova di quanto inutili siano le disposizioni contemplate nella bozza dei pseudo protocolli operativi sbandierati nei mesi scorsi. Servono regole rigide che ci tutelino, servono mezzi banali che ancora non abbiamo”

Dopo l’ovvia dovuta solidarietà alla collega rimasta ferita ieri a L’Aquila, bisogna rilevare con la massima indignazione, per l’ennesima volta, quanto insufficienti siano le tutele previste per chi fa ordine pubblico e quanto fasulle e contrarie alle nostre necessità siano le previsioni contenute nella bozza di protocolli operativi di cui si è discusso nei mesi scorsi. Servono regole rigide e severe che ci tutelino da facinorosi e violenti e che ci consentano la miglior difesa possibile quando noi stessi siamo chiamati a difendere gli altri; servono mezzi banali che ancora, vergognosamente, non abbiamo; serve che si smetta di pensare che durante una protesta tutto è lecito a tutti tranne che a noi usare la necessaria fermezza per proteggere i cittadini, le Istituzioni e noi stessi, ovviamente!”.

Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo che ieri a L’Aquila una Poliziotta è rimasta ferita al volto riportando fratture multiple al setto nasale in occasione delle proteste messe in atto durante la visita del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, con lanci di uova e sampietrini da parte dei manifestanti e manganellate della Polizia.

Di fronte ad un Poliziotto con il viso fratturato – conclude Maccari – nessuno osi neppure cominciare la solita vergognosa cantilena dei cattivi con il manganello. Quel manganello non serve neppure ad evitarci un minimo di quelle botte che, in mezzo alle bestie impazzite che di norma scendono in strada, continuiamo a prendere”

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com