Comunicati Stampa

Edificio Scolastico del futuro: il progetto di Renzo Piano

E’ DEL SENATORE A VITA RENZO PIANO IL PROGETTO CON MIUR e INAIL

PER DAR VITA ALL’EDIFICIO SCOLASTICO DEL FUTURO

Sul Sole 24 Ore-Domenica di domani 11 ottobre i dettagli dell’accordo e il progetto di scuola sostenibile

 

La “scuola ideale” progettata da Renzo Piano esiste già. E’ un modello che è stato “condiviso” una settimana fa dal senatore a vita con la Presidenza del Consiglio e il ministero dell’Istruzione e che Il Sole 24 Ore-Domenica pubblica in esclusiva domenica 11 ottobre.

«Se dobbiamo costruire nuove scuole, meglio farle in periferia». Così Renzo Piano esordisce sul supplemento culturale del Sole 24 Ore in edicola domani, dove espone i particolari del suo modello architettonico di scuola: sostenibile, antisismica, più tecnologica e meno energivora che “si costruisce con leggerezza, in cui si risparmiano risorse e i materiali si scelgono tra quelli che hanno la proprietà di rigenerarsi in natura”.

Il progetto del senatore a vita Renzo Piano sarà la fonte d’ispirazione per i nuovi istituti scolastici che sorgeranno in tutta Italia grazie alla grande operazione che vede coinvolti Inail, governo e regioni: il Miur bandirà entro dicembre un concorso di idee sia per assegnare al meglio i 300 milioni di euro stanziati lo scorso luglio da Inail per costruire una quarantina di scuole in aree candidate dalle singole regioni sia per cambiare il regolamento tecnico per l’edilizia scolastica che risale al 1975. Le tranches più sostanzioseandranno, sulla base di criteri oggettivi come il numero degli studenti, alla Lombardia, alla Campania, alla Sicilia e al Lazio.

Tutti i dettagli del progetto di Renzo Piano e dell’accordo tra Miur e Inail in esclusiva domenica 11 ottobre su Il Sole 24 Ore-Domenica.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close