Comunicati Stampa

ARTISSIMA 2015 | Due vincitori ex aequo per la seconda edizione del Prix K-Way® Per4m

Julien Bismuth – Galerie Emanuel Layr, Vienna e Christian Falsnaes – PSM Gallery, Berlin
sono i vincitori ex aequo della seconda edizione del Prix K-Way® Per4m.

 

Torino, 8 novembre 2015 – È stato assegnato oggi ad Artissima il Prix K-Way® Per4m che premia il lavoro performativo più rilevante e significativo tra quelli presentati nella sezione della fiera nata nel 2014 e dedicata unicamente alla performance.
Tra le 12 performance che hanno animato la sezione, si aggiudicano il premio ex aequo Julien Bismuth (1973, Parigi), presentato dalla Galerie Emanuel Layr, Vienna, con l’opera Untitled (Lull), 2015, e Christian Falsnaes (1980, Copenhagen) presentato dalla PSM Gallery, Berlin, con l’opera Rise, 2014.
 
Julien Bismuth e Christian Falsnaes sono stati scelti dalla prestigiosa giuria internazionale composta da Marie de Brugerolle (curatrice indipendente e scrittrice, Lyon), Silvia Fanti(Xing, Bologna), Milovan Farronato (Fiorucci Art Trust, London) e Giorgio Fasol (collezionista, Verona), che ha premiato l’artista con la seguente motivazione:
Oggi la performance non può essere racchiusa in una sola formula. Per questo abbiamo deciso di assegnare il premio K-Way® a due opere che sono quasi l’una l’opposto dell’altra: “Untitled (Lull)” di Julien Bismuth e “Rise” di Christian Falsnaes.
La prima parte dalla constatazione che, in tempi di comunicazioni digitali, perché la performance esista è necessario che il performer e il pubblico condividano lo stesso tempo, ma non necessariamente lo stesso spazio; ha a che fare con la distinzione fra linguaggio e comunicazione, con la traduzione e i problemi concettuali che porta con sé; e dimostra la capacità dell’artista di includere il caso e l’incidente nell’opera, trasformandoli in un elemento poetico. Pensiamo che queste due opere, nella loro completa diversità, esprimano due temperature complementari della performance di oggi.
L’altra, muscolare e quasi isterica, si basa su un’ambigua idea di intrattenimento, in cui i ruoli si rovesciano (una parte degli spettatori resta a guardare, l’altra invade lo stage e si fa coinvolgere nell’azione) e in cui è difficile dire cosa sia liberatorio e cosa sia frutto di un’imposizione.
Il premio, dell’ammontare di 10.000 euro, rappresenta un segnale dell’importanza per questa forma di sperimentazione, ed è reso possibile grazie all’attenzione del partner K-Way®, che ha sposato il progetto sin dal suo avvio.
Per4m è la sezione della fiera dedicata esclusivamente alla performance: lanciata lo scorso anno da Artissima, è la prima e unica rassegna di questo genere nel panorama fieristico mondiale. È una vetrina al tempo stesso artistica e commerciale, in cui la performance viene considerata come un’opera alla stregua delle altre presenti in fiera e non più come evento collaterale, pur essendo valorizzata appieno nella cornice del palcoscenico che le è propria.
La sezione nasce dalla presa di coscienza del ruolo che la performance ha assunto da qualche anno, aprendosi al mercato dell’arte ed entrando nelle collezioni pubbliche e private.
Julien Bismuth
Nato nel 1973, a Parigi, vive e lavora a New York.
L’artista franco-americano è approdato all’arte contemporanea seguendo un percorso poco ortodosso. Laureato in letteratura comparata, incentra il suo lavoro sull’esplorazione del rapporto tra la scrittura, il linguaggio e le pratiche associate alle arti visive.
Christian Falsnaes
Nato nel 1980, a Copenhagen, vive e lavora a Berlino.
Christian Falsnaes ha studiato all’accademia di Belle Arti di Vienna con Peter Kogler, Daniel Richter e Constanze Ruhm, esordendo nelle performance urbane come giovane graffitista. L’artista coinvolge attivamente il pubblico spezzando l’opposizione performer-spettatore con azioni di gruppo come canti, urla, abbracci e finte dimostrazioni. Falsnaes descrive le sue strategie performative come un abbattimento della quarta parete teatrale e un’analisi delle strutture della vita quotidiana che spazia dall’architettura al mercato dell’arte.
Rise, 2014
In Rise, andata in scena per la prima volta ad Art Basel e alla Berlin Art Week nel 2013, Falsnaes istruisce gli spettatori su quello che devono e non devono fare e su come interagire e comunicare l’uno con l’altro. L’impressione è quella di assistere a un concerto pop o rock; di essere dei corpi in mezzo a una folla dove alcuni si perdono nella musica e nelle parole, mentre altri si immergono nell’osservazione di ciò che sta accadendo.
Artisti e Gallerie Per4m 2015
JULIE BÉNA > JOSEPH TANG, Paris
JULIEN  BISMUTH > EMANUEL LAYR, Vienna
CHRISTIAN FALSNAES > PSM, Berlin
FLAVIO FAVELLI > FRANCESCA MININI, Milano + STUDIO SALES DI NORBERTO RUGGERI, Roma
KASIA FUDAKOWSKI > CHERT, Berlin
CHIARA FUMAI > APALAZZOGALLERY, Brescia
MASSIMO GRIMALDI > ZERO…, Milano
WILLIAM HUNT > ROTWAND, Zurich
ANNIKA KAHARS > PRODUZENTENGALERIE HAMBURG, Hamburg
FRANCESCO PEDRAGLIO > NORMA MANGIONE GALLERY, Torino
OSCAR SANTILLAN > COPPERFIELD, London
IZA TARASEWICZ > BWA WARSZAWA, Warsaw
 
Comitato curatoriale Per4m 2015 
Simone Menegoi, curatore indipendente, Milano
Sophie Goltz, Stadtkuratorin, Hamburg
Chris Sharp, curatore indipendente, Mexico City
 
Giuria del Prix K-Way Per4m 2015
Marie de Brugerolle, curatrice indipendente e scrittrice, Lyon
Silvia Fanti, Xing, Bologna
Milovan Farronato, Fiorucci Art Trust, London
Giorgio Fasol, collezionista, Verona
 


 
 
ARTISSIMA 2015
Internazionale d’Arte Contemporanea                                   
6 – 7- 8  novembre 2015
OVAL – Lingotto Fiere
T +39 011 19744106 – F +39 011 19746106
Via Bertola 34 – 10122 Torino
Facebook: Artissima Fair
Twitter: @ArtissimaFair
Instagram: ARTISSIMAFAIR
Pinterest: Artissima
Youtube: Artissima Fair

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close