Salute

Le nuove regole per il fumo: vietato fumare se

Sono entrate in vigore le nuove norme per il tabacco. E’ vietato fumare in macchina se si è in presenza di donne in gravidanza o di bambini con meno di dodici anni

Per affrontare il problema del fumo, il Ministero della salute ha decretato nuove regole e divieti che hanno l’obiettivo di ridurre, ulteriormente, il tabagismo in Italia.

A partire dal 2 Febbraio è fatto divieto di fumare in auto se si è in compagnia di donne in gravidanza o di minori. La regola è valida, solo ed esclusivamente, per le vetture e riguarda i conducenti scoperti a fumare all’interno dell’abitacolo in presenza di bambini con meno di dodici anni, sia quando i veicolo è spento che quando è in movimento. I trasgressori vanno incontro ad una multa compresa fra 27.50 euro e i 275 euro.

I nuovi divieti, pubblicati sulla Gazzetta ufficiale, hanno recepito le direttive dell’Unione europea.

download (66)

I restanti divieti sul fumo

Una novità importante riguarda la decisione di pubblicare sui pacchetti delle immagini particolarmente efficaci che illustrano i possibili danni del tabacco accompagnate da alcune scritte illustrative. E’ riportato anche il numero verde antifumo dell’Istituto superiore di sanità.

L’intento è informare tutti i consumatori, compresi i più giovani che vengono così indotti a non iniziare.

La legge italiana sul fumo stabilisce che sia vietato vendere sigarette elettroniche che contengano nicotina ai ragazzi con meno di diciotto anni.

Non è più possibile fumare presso le pertinenze di ospedali pediatrici ed ospedali. Il nuovo decreto ha l’obiettivo di rendere sempre più difficile e costoso il vizio del fumo. Per raggiungere questo obiettivo è stato stabilito che, a partire dai prossimi mesi, verranno ritirati dal commercio le confezioni di tabacco da 30 grammi ed i pacchetti di sigarette da 10.

La legge italiana sul fumo interviene non soltanto sui fumatori ma anche sui rivenditori che, in caso venissero vendano sigarette a ragazzi non maggiorenni incorrono in una sanzione pecuniaria pari a 4mila euro. Nel caso in cui l’errore venga ripetuto, il tabaccaio va incontro sia a più sanzioni perché viene comminata sia una multa pari ad 8mila euro che la revoca della licenzia stessa.

I pericoli del fumo

Il fumo espone a numerosi rischi come le patologie cardiovascolari e l’aumento delle possibilità di ammalarsi di cancro. Nei fumatori, gli organi maggiormente esposti a questi rischi sono il cavo orale, la vescica, esofago e polmoni.

Le sigarette contengono svariate sostanze dannose e pericolose che, alla lunga, si accumulano nel corpo creando gravi problemi di salute. Smettere di fumare è particolarmente complicato per via della nicotina che interviene a livello cerebrale creando il bisogno e quindi la dipendenza.

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy