Comunicati Stampa

CCSVI: NASCERA’ A FERRARA CENTRO DIAGNOSI PUBBLICA

220px-Paolo_ZamboniUn Centro di diagnostica avanzata della CCSVI sarà aperto entro qualche mese a Ferrara, presso il Centro di Malattie Vascolari diretto dal prof Paolo Zamboni, anche grazie alla donazione di 20.000 euro da parte dell’Associazione CCSVI nella sclerosi multipla. Lo ha annunciato lo stesso Zamboni, presente ieri a Roma alla serata conclusiva della Settimana della consapevolezza sulla CCSVI, alla sua seconda edizione, durante la quale l’associazione ha donato allo scopritore dell’Insufficienza venosa cronica cerebrospinale la cifra disponibile grazie al 5 per mille.

Sarà il primo Centro pubblico in Italia a utilizzare le nuove metodologie diagnostiche sviluppate di recente presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara, e sperimentate, nell’ambito dei programmi spaziali governativi, dall’astronauta italiana Samantha Cristoforetti durante la missione spaziale internazionale dell’anno scorso.

“Si tratterà del primo centro nel quale saranno disponibili tali nuove tecnologie diagnostiche, non invasive, meno operatore dipendente, basate su misure oggettive, e quindi confrontabili nel tempo” ha detto Zamboni. “Soprattutto quest’ ultimo punto rappresenta un reale vantaggio per i pazienti e per i medici che li seguono – ha precisato – poiché con il sistema dei criteri Doppler inizialmente introdotto 7 anni fa non si era ottenuta la necessaria riproducibilità diagnostica”.

Il Centro sarà operativo – all’inizio un giorno a settimana – entro qualche mese, e ne sarà data notizia tempestivamente.

“L’Associazione orgogliosa di poter contribuire, grazie alle donazioni ricevute del 5 per mille, alla nascita di questa realtà, che i malati che rappresentiamo aspettano da anni ha dichiarato Gabriele Reccia….ecc ecc”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close