Salute

In aumento le diagnosi di celiachia

Le diagnosi di celiachia nel nostro Paese sono in grande aumento e riguardano, soprattutto, le donne

I celiaci in Italia, nel biennio 2012-2014, sono cresciuti del 15,8%. Il numero di diagnosi, notevolmente cresciuto in due anni , è più concentrato nelle regioni del Nord e del Centro e meno nelle Isole.

pane,grano

La celiachia e la Relazione annuale al Parlamento

I dati, diffusi dalla Relazione annuale al Parlamento, sottolineano che l’incidenza dell’intolleranza al glutine sia in costante aumento. Nel 2012, le diagnosi erano 148,662 mentre dopo soli due anni si è arrivati a 172,197.

La celiachia è maggiormente diffusa al Nord e, particolarmente, in Lombardia dove i casi rappresentano il 17%; invece, il 10% si trova nel Lazio ed il 9% in Campania. L’intolleranza al glutine è meno diffusa nel Centro e nelle Isole dove riguarda il 19% e l’11% della popolazione. Dalla Relazione annuale si evince che la celia sia più frequente belle donne che sono 121,964 mentre gli uomini sono 50,233.

Il Ministero della salute ha introdotto un nuovo protocollo diagnostico attraverso il quale rendere più agevole l’identificazione di nuovi casi. L’intolleranza al glutine, come è stato sottolineato nella Relazione annuale al Parlamento, è una malattia che si ripercuote sulla società perché ha delle ripercussioni sulla vita sociale. Se si è celiaci è indispensabile poter contare su locali e supermercati che forniscano cibo adeguato e sicuro; lo stesso discorso si può applicare per quanto riguarda le mense, sia lavorative che scolastiche.

L’intolleranza al glutine può essere diagnosticata sia con esami ematici che con altre indagini, come la biopsia dell’intestino.

grano,celiachia

La celiachia, i sintomi e la dieta

I sintomi principali della celiachia sono stitichezza, diarrea, gonfiore, stanchezza, carenza di ferro, aborti spontanei e dolori addominali. Nei bambini può comportare difficoltà di crescita e sviluppo fisico rallentato.

La celiachia è una patologia autoimmune dalla quale non si guarisce ma che si può tenere sotto controllo seguendo una dieta completamente priva di glutine.

L’intolleranza al glutine, se trascurata, può comportare numerosi disturbi non solo a carico dei villi intestinali ma anche causati dal malassorbimento delle sostanze nutritive. E’ molto importante che gli alimenti preparati per i celiaci vengano preparati con attenzione, evitando le possibili contaminazioni con cibi che contengono glutine. In commercio si trovano, molto facilmente, alimenti senza glutine individuabili dalla spiga sbarrata; il Sistema sanitario nazionale predispone che i cibi senza glutine vengano forniti in maniera gratuita ai pazienti.

Il glutine è una sostanza che si trova in alcuni cereali, come il frumento, farro, orzo ed il grano. I celiaci possono consumare il riso, compresa la sua farina, l’amaranto, la quinoa, la carne, il pesce e le uova.

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Privacy Policy Cookie Policy