Salute

Gli antibiotici, una categoria di farmaci poco conosciuta

Gli antibiotici, che hanno permesso di salvare milioni di vite, vengono utilizzati in maniera indiscriminata, favorendo l’antibiotico resistenza un fenomeno potenzialmente pericoloso

Gli europei mostrano grande confusione nei confronti degli antibiotici e delle corrette modalità di utilizzo. Gli antibiotici sono ritenuti indispensabili per contrastare influenze e raffreddori e la cura viene interrotta appena le condizioni di salute vengono percepite in miglioramento. La scarsa conoscenza nei confronti di questi farmaci riguarda anche gli italiani che vi ricorrono per contrastare i virus.

medicine

L’inchiesta della Commissione europea

Un’inchiesta voluta dalla Commissione europea e condotta da Eurobarometer rivela che la maggioranza degli intervistati pensi che gli antibiotici siano utili in caso di raffreddore ed influenza. Dalla ricerca emerge molta confusione e una tendenza piuttosto diffusa a ricorrere a questa categoria di farmaci anche quando non è necessario. Lo studio ha sottolineato che il 43% degli italiani è ricorso ad un antibiotico negli ultimi dodici mesi e che nel 94% dei casi è stato prescritto da un medico. Il 57% degli europei non sa che gli antibiotici non sconfiggono i virus e più della metà degli italiani, esattamente il 60% ritiene che siano in grado di eliminarli. Il 21% dei nostri connazionali pensa che la cura antibiotica si possa interrompere appena le condizioni migliorino. La ricerca svela che il 38% degli intervistati pensa che questi farmaci si possano impiegare anche in caso di influenza e raffreddore. Un dato positivo a livello europeo è la contrazione dei consumi che sono calati del 6%.

doping,medicine

L’antibiotico resistenza

L’utilizzo indiscriminato di antibiotici ed il non rispetto di importanti regole ha favorito la resistenza di alcuni batteri nei confronti degli antibiotici. Gli antibiotici devono essere assunti, esclusivamente, sotto prescrizione medica rispettando attentamente le indicazioni, come la posologia. La cura non deve essere né interrotta né prolungata senza l’assenso dello specialista. Gli antibiotici non sono indicati in caso di influenza e raffreddori perché non intervengono nei confronti di virus. Esistono varie tipologie di antibiotici, ognuna delle quali è specifica nei confronti di determinate patologie; ecco perché è controproducente assumere un antibiotico non specifico. Lo stesso atteggiamento deve essere tenuto nei confronti dei nostri bambini per i quali è necessario affidarsi a quanto indicato dal pediatra. Non è corretto far assumere ai piccoli dosi maggiori di antibiotici o ricorrervi in caso di febbre, a ameno che non vi sia una prescrizione medica.

Una volta che il farmaco è scaduto è opportuno depositarlo all’interno degli appositi contenitori.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close