Salute

Le fibre permettono di invecchiare a lungo

 

 

Le fibre permettono di invecchiare a lungo

Per invecchiare bene contrastando l’insorgenza di molte malattie e preservando l’autonomia funzionale è importante consumare buone quantità di fibre

Le fibre sono preziose per la nostra salute e consentono di vivere bene anche quando si ha un’età avanzata perché contrastano l’insorgenza di molti disturbi e malattie,anche croniche. Seguire una dieta ricca di verdura, cereali integrali, frutta e legumi permette di vedere scendere le possibilità di sviluppare disturbi respiratori, cognitivi e dell’umore. Le fibre favoriscono il mantenimento dell’autonomia funzionale e abbassano il rischio di andare incontro a malattie croniche.

Le fibre permettono di invecchiare a lungo

La scoperta scientifica sulle fibre

Invecchiare in salute e bene è possibile se si consumano le corrette quantità di fibre. Le fibre consentono di contrastare l’insorgenza di molte patologie tipiche dell’età matura, come i disturbi di tipo cognitivo. Una ricerca scolta in Australia presso il The westmead institute for medical research di Sidney ha analizzato le condizioni cliniche di più di 1600 persone con più di 49 anni. I risultati, pubblicati sulla rivista scientifica The journals of gerontology, ha dimostrato che permettono di ridurre del doppio il rischio di sviluppare delle disabilità e delle patologie quando si è in là con gli anni. Lo studio ha rivelato che consumare buone quantità di fibre consenta di arrivare all’età avanzata in salute perché si evitano le malattie di tipo cronico, come il diabete, i disturbi dell’umore e si tengono lontane le patologie cognitive. Le fibre, nelle giuste quantità, si rivelano utili per conservare l’autonomia funzionale e le malattie respiratorie. Le fibre permettono di vivere non soltanto più a lungo ma anche meglio perché influiscono positivamente sulla flora batterica intestinale e sulla risposta immunitaria.

Le fibre permettono di invecchiare a lungo

Le fibre

Le fibre si distinguono in solubili ed insolubili. Le fibre solubili permettono di ridurre, a livello intestinale, l’assorbimento di zuccheri e grassi mentre le insolubili, che si trovano nei legumi e nei cereali integrali, consentono di contrastare la stipsi. Le fibre insolubili assorbono acqua e contribuiscono a favorire il transito intestinale perché rendono le feci più voluminose e morbide. Assicurarsi la giusta dose di fibre, senza eccessi, è importante perché si mantiene in salute il tratto gastrointestinale e la flora batterica che influisce sulla risposta immunitaria. Le fibre sono alleate del mantenimento del peso corporeo perché saziano a lungo, riducono l’assorbimento di alcune sostanze, come i grassi e gli zuccheri, ed evitano la stitichezza. Possono essere un aiuto per regolarizzare non soltanto i livelli di colesterolo nel sangue ma anche la glicemia.

Inoltre, tengono lontane numerose patologie, compreso il cancro al colon, i diverticoli e le emorroidi.

 

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close