Salute

Le italiane sono salutiste ed ecologiste

 

Le donne italiane sono attente a ciò che consumano, leggono le etichette e rispettano l’ambiente

 

Le consumatrici italiane, rispetto agli uomini, prestano più attenzione agli alimenti da portare in tavola perché leggono le etichette, sono salutiste ed aperte alle novità. Il comportamento virtuoso delle donne si riflette anche nel campo del rispetto della natura.

 qigong-donna-3

 

Il rapporto di Italian Taste

La Società italiana di scienze sensoriali ha condotto una ricerca sulle abitudini nazionali alimentari all’interno del progetto Italian Taste che ha coinvolto 1300 persone. Il 68% delle donne è salutista ed ecologista, caratteristiche che si riscontrano soltanto nel 38% degli uomini. Le donne consultano l’etichetta e, non di rado, fanno acquisti in negozi sicuri e specializzati che offrono più garanzie. Dal rapporto emerge che siano anche conservatrici e tradizionaliste, ben il 56% contro il 44% degli uomini.

Le categorie di consumatori italiani sono i conservatori, gli innovatori salutistici, i curiosi e i disinteressati. Gli innovatori salutistici sono attenti a ciò che consumano a differenza dei disinteressati che non leggono le etichette e non danno scarsa attenzione alla scelta del cibo. L’indagine ha svelato che per gli italiani, compresi coloro che sono salutisti, il mangiare è un’importante fonte di piacere e di soddisfazione.

L’attenzione delle italiane nei confronti del cibo è confermata da uno studio dell’Eurispes che ha riguardato 543 donne con più di 18 anni. La quasi totalità del campione, esattamente l’82%, sceglie alimenti nazionali mentre fra gli uomini la percentuale scende al 78.5%. Il 41.3% delle donne sceglie frequentemente il biologico, indipendentemente dal prezzo a fronte del 33% degli uomini.

 dieta vegetariana

 

Il cibo è salute

Scegliere con attenzione gli alimenti da portare a tavola significa prestare attenzione alla salute. Le malattie, anche croniche, si tengono lontane con una dieta sana, variata e stagionale. Al momento dell’acquisto bisogna leggere le etichette, in modo da scoprire la provenienza del prodotto e gli ingredienti presenti; un altro dettaglio da non trascurare riguarda la data di scadenza e le modalità di conservazione.

Il rispetto dell’ecosistema passa, anche, da ciò che si mangia. Eliminando gli sprechi si riduce la quota di rifiuti e si risparmiano preziose materie prime; per raggiungere quest’obiettivo è necessario imparare a riciclare gli avanzi, non acquistare quantità eccessive di cibo e controllare spesso la credenza ed il frigorifero. Gli alimenti più salutari e maggiormente amici dell’ambiente e del portafoglio sono nazionali e di stagione.

Per preservare la salute bisogna variare i cibi e le tecniche di cottura, prediligendo quelle con pochi grassi e poco invasive, come per esempio il vapore.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close