EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Previsioni positive per la vendemmia italiana del 2016

Vendemmia

Le previsioni per la vendemmia italiana sono piuttosto incoraggianti. La produzione del 2016 complessiva del nostro Paese sarà superiore a quella della Francia, grazie ad una serie fortunata di eventi climatici.

La vendemmia italiana del 2016

La vendemmia italiana del 2016 si preannuncia positiva e superiore a quella francese. La vendemmia italiana è stata favorita da una stagione invernale poco rigida e da una buona primavera che ha permesso all’uva di raggiungere un ottimo stadio di maturazione.

Secondo la previsione effettuata da Coldiretti per il 2016, la nostra produzione sarà pari a 48.5milioni di ettolitri mentre in Francia si arriva a 42.9milioni di ettolitri. La Coldiretti ha sottolineato che, nel caso in cui non si manifestino particolari eventi meteorologici, quasi la metà della vendemmia italiana, esattamente il 40%, verrà impiegato per i322 vini che rispondono al disciplinare doc ed ai 7 docg. Dai dati diffusi si evince che il 30% della nostra produzione è destinato ai vini Igt, 118 in tutto, e un altro 30% ai vini da tavola.

A sottolineare le previsioni positive per il comparto della produzione del vino in Italia sono state evidenziate dall’Ismea e Uiv. Confrontando i dati dell’anno in corso con il 2015, si nota che la produzione ha subito una diminuzione pari al 2%, in particolare in alcune regioni italiane, come per esempio la Lombardia e l’Umbria.

Le esportazioni ed i consumi

La produzione di vino dell’Italia si preannuncia di grande quantità, caratteristica che permette al prodotto italiano di essere molto apprezzato anche al di fuori dei confini nazionali. Secondo le elaborazioni di Ismea, nei primi cinque anni dell’anno in corso, le esportazioni di vino italiano sono di segno positivo e confermano la tendenza in atto già da qualche tempo.

Per quanto riguarda i consumi, l’Oiv, l’Organizzazione internazionale della vite e del vino, ha evidenziato che per il 2015 i più alti consumi di vino si sono registrati negli Usa ed in Francia. Il nostro Paese raggiunge i 20.5milioni di ettolitri, al pari della Germania ma meno rispetto alla Francia che arriva a 27.2milioni di ettolitri. L’anno passato ha evidenziato una crescita generalizzata dei consumi di vino, in particolare in Oriente. Soltanto in Cina, i consumi hanno registrato un rialzo dello 0.5% rispetto al 2014, arrivano a a 16milioni di ettolitri nel 2015. L’aumento dei consumi ha riguardato gli Usa, col +1%, l’Italia con il +0.3% e la Germania dove si è registrato un aumento del 1.1%.

 

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com