Esteri

Polisario indagato in Spagna: RACMI e FAT chiedono giustizi

campi di polisario 
La Rete delle Associazioni della Comunità Marocchina in Italia (RACMI) e la Federazione Africana in Toscana (FAT) portano a conoscenza delle istituzioni italiane, governo e parlamento, partiti politici, associazioni dei diritti umani e l’opinione pubblica, e in particolare il Consiglio regionale di Toscana e d’Emilia Romagna che:
Il 15 novembre 2016, il giudice della alta Corte nazionale spagnola José de la Mata, avendo informazioni che il segretario generale del Fronte Polisario, Ibrahim Ghali recherebbe in Spagna in fine della settimana, ha convocato la stessa persona per comparire oggi 19 novembre alle ore 11.00 nell’ambito di un procedimento penale di una denuncia depositato nel 2007 dalle vittime saharawi per “genocidio, assassinio, aggressione, detenzione illegale, sequestro, terrorismo, tortura e sparizione” contro lui insieme ad altri 19 elementi dell’organizzazione Polisario.
Purtroppo, Ghali ha deciso di non recarsi in Spagna e di non presentarsi oggi 19 novembre alla più alta tribunale penale in Spagna.
Quindi, dovrebbe scattare subito il mandato di arresto internazionale contro di lui.
RACMI e FAT pur sono fiduciose e soddisfate del coraggio della giustizia spagnola, chiedano la giustizia subito per le vittime.
Da ricordare che nel 2007  Brahim Ghali che era rappresentante del Polisario proprio a Madrid, ha dovuto lasciare la Spagna subito dopo la denuncia, e è stato ambasciatore ad Algeri prima di essere nominato segretariato generale nel luglio 2016.
 
Sabato 19 novembre 2016

Yassine Belkassem

Yassine Belkassem, marocchino italiano, già pubblicista con www.stranieriinitalia.it, e Almaghrebiya, attualmente collabora con NotizieGeoplotiche.nete Ajialpress.com testata marocchina. Per Mediterranews cura aggiornamenti dal Marocco e non solo

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close