SocietàUn mare di ricette

Carnevale, le bugie ripiene

 

I giorni di carnevale sono un periodo di allegria e divertimento per tutti. A carnevale non possono mancare i dolci e, in particolare, i fritti. I dolci di carnevale sono buonissimi e, spesso, molto facili e perfetti da rifare a casa. Preparare delle frittelle di carnevale con i nostri bambini è un’occasione per avvicinarli alle tradizioni e al gusto di una cucina sana e semplice. Con i nostri piccoli oggi prepariamo le bugie ripiene di cioccolato, un dolce tipico di carnevale che può anche essere farcito con crema o ricotta.

Carnevale, bugie ripiene al cioccolato

Le bugie ripiene al cioccolato sono uno dei dolci tradizionali di carnevale. Friabili e golose si possono gustare con una tazza di cioccolato caldo o, per gli adulti, con un bicchiere di vino passito italiano. Le bugie ripiene al cioccolato di carnevale sono molto semplici,

ingredienti:

300 grammi di farina

30 grammi di burro

100 grammi di cioccolato fondente

100 grammi di zucchero

100 ml di latte intero

½ bicchierino di sambuca

Olio per fritture

1 uovo

Zucchero a velo

Mettiamo in una ciotola capiente la farina setacciata con lo zucchero; uniamo l’uovo sbattuto e lavoriamo con un cucchiaio. Incorporiamo, lentamente, il burro fuso e poi il latte. L’impasto deve essere ben lavorato, fino a che non sia sodo; formiamo una palla e sciogliamo il cioccolato a bagnomaria. Stendiamo la pasta su un ripiano infarinato fino ad arrivare a circa mezzo centimetro e poi ritagliamo dei rettangoli. Farciamoli con un cucchiaino di cioccolato freddo, richiudiamo formando un rettangolo e sigilliamo i bordi con i rebbi di una forchetta. Scaldiamo abbondante olio in un tegame, friggiamo le bugie fino a che non siano dorate e scoliamole; passiamole sulla carta assorbente e spolveriamo di zucchero a velo.

Carnevale, i dolci

I dolci di carnevale sono, perlopiù, fritti. Si tratta di una tradizione molto antica, legata ai riti agraria che, proprio in questo periodo, erano soliti macellare i maiali. Il loro grasso veniva trasformato in prezioso e goloso strutto che veniva poi impiegato per piatti dolci e salati. Inoltre, carnevale è un periodo di abbondanza che si contrappone alla quaresima quando, per quaranta giorni, si mangia di magro. I dolci di carnevale cambiano da regione a regione ma anche da paese a paese perché rispettano tradizioni familiari. I dolci di carnevale si preparano con ingredienti semplici, come uova e farina, insaporiti con liquori, scorze di arance o ricotta.

Buon carnevale!

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close