EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il matrimonio allunga la vita

Un matrimonio Lo stato di salute e le aspettative di vita potrebbero dipendere anche dalla situazione sentimentale che si vive

La salute delle persone divorziate o vedove potrebbe essere peggiore rispetto a quella di chi ha un compagno. Avere una situazione amorosa stabile può favorire la longevità e ridurre il rischio di morte prematura.

Matrimonio e speranze di vita

Secondo uno studio condotto negli Usa, a Durham, presso la Duke University vivere in coppia protegge lo stato di salute, anche dopo un ictus. L’indagine scientifica è stata svolta su 2351 persone di più di 40 anni con un ictus. Dai dati è emerso che le possibilità di morte fra coloro che sono vedevi sale del 25% rispetto a chi è sposato; invece, fra i divorziati la percentuale di decessi è più alta del 23% rispetto a chi è in coppia. I ricercatori hanno concluso che le speranze di vita per chi ha avuto ictus sono notevolmente più alte fra chi è sposato. Esattamente, chi è solo ha circa il 71% in più di possibilità di decesso. La ricerca ha poi evidenziato che il rischio di morte sale ancora di più per chi è rimasto vedovo o si è separato più di una volta. Se si è vedovi più di una volta le possibilità di decesso salgono del 40% mentre per i pluri divorziati si attestano al 39%.

Ictus, la prevenzione

L’ictus è una patologia che si manifesta in tutte le fasce d’età, anche fra i giovani adulti. Per prevenirlo è indispensabile agire sui fattori di rischio modificabili, come lo stile di vita, l’alimentazione e parametri come la pressione arteriosa. Per evitare di incorrere in questa grave malattia è consigliabile seguire un’alimentazione regolare e sana, limitando i grassi saturi e le bevande supera coliche. E’ molto importante smettere di fumare perché il tabagismo fa incrementare il rischio di andare incontro ad ictus ed altre patologie, come per esempio l’ipertensione. Fra i parametri da controllare per non andare incontro all’ictus vi è la pressione arteriosa ma anche l’indice di massa corporea.

Fare attività sportiva, sempre dopo un consulto medico-sportivo, si rivela utile per regolarizzare i valori di glicemia e colesterolo nel sangue e per abbassare la pressione arteriosa. Muoversi con regolarità evita il rischio di sovrappeso e mantiene in salute l’apparato cardiocircolatorio.

L’ictus si può manifestare sotto diverse forme e con molti sintomi come la difficoltà nel parlare, annebbiamento della vista e sensazione di formicolio a carico degli arti.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION