Italia

Aversa sit in per la Libertà di Stampa

L’ITALIA è al 55esimo posto al mondo per la libertà di stampa. Meglio di noi anche Burkina Faso e Botswana.
Quest’anno la nostra amata AVERSA è stata il posto dove più di qualunque altro in Italia questa LIBERTA’ è stata osteggiata, calpestata e offesa da varie direzioni. Si va dalle querele temerarie dei colletti bianchi della camorra, alle intimidazioni, alle minacce, alle vendette pubbliche e private…. e per finire alle aggressioni in piazza con mazze da BASEBALL. ma i giornalisti di AVERSA e dell’AGRO non solo soli. Appartengono ad una Categoria compatta e solidale. Ed è per questo che per loro è scattata la “SCORTA MEDIATICA”.
In occasione della XXIV Giornata mondiale della libertà di stampa, mercoledì 3 maggio, alle ore 15.30, nell’ambito delle manifestazioni promosse dalla Federazione nazionale della Stampa italiana, si terrà un sit-in ad Aversa in piazza Principe Amedeo, lato villa comunale. Una iniziativa organizzata dal Sindacato unitario dei giornalisti della Campania con l’Ordine dei giornalisti della Campania e Articolo21, per sensibilizzare i cittadini su un’emergenza del territorio e che vede sempre più spesso i giornalisti bersaglio facile di violenti; camorristi e di querele temerarie.

Ad Aversa è avvenuta l’ultima aggressione, in ordine di tempo, a giornalisti. Nei mesi scorsi abbiamo registrato altri episodi di minacce e aggressioni, e sono ben quattro le persone sotto scorta per minacce che arrivano dai clan camorristici della zona. È importante attivare una “scorta mediatica” sui fatti che scatenano le minacce e sensibilizzare i cittadini perché la libertà di informazione sia difesa in ogni modo. Si invitano i colleghi e i cittadini onesti a partecipare numerosi.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close