EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

GENOVA LA PRIMA RACCOLTA POETICA DI MARINO BADIALE

LA PRIMA RACCOLTA POETICA DI MARINO BADIALEGENOVA- E’ edita da ” Il Canneto” di Genova la prima raccolta di poesie dello scrittore veneto Marino Badiale. Il volume (120 pagine, 12 euro) dal titolo “Poesie indifese” è una specie di percorso di riflessione interiore di questo noto professore di Analisi Matematica all’ Università di Torino, che è conosciuto soprattutto, in campo letterario, per i suoi saggi sul marxismo e per i volumi scritti in collaborazione con Massimo Bontempelli.

“Le liriche di Badiale- ci spiega Adalberto Guzzinati, noto giornalista e critico letterario- sono legate al reale, ma si sovrappongono a riflessioni e flash che sono legati al mondo onirico, a riflessioni filosofiche, a trastulli dell’ innocente fanciullezza. E’ insomma una raccolta poetica complessa dove si innestano varie tematiche, un universo poetico che richiede attenzione e pazienza, ma che apre grandi spazi estetici ed etici. Per essere la prima raccolta poetica di un autore è già lirica matura, che non segue mode o correnti, ma va dritta a mettere a nudo l’io narrante e preannuncia un mondo lirico futuro”.

“Poesie Indifese” è suddiviso in quattro parti. Nella prima “I dialoghi della figlia” presenta il mondo visto con gli occhi di una bambina. La seconda parte “Per un maestro” è dedicata a Massimo Bontempelli (1946- 2011), mentre il terzo capitolo “Un fantasma d’amore” presenta alcuni eventi e ricordi del passato descritti con nostalgia. Infine “Pensieri che vanno spesso a capo” è dedicata a temi più intimi o a personaggi noti come Louis Althusser, Rosa Luxemburg, Francesco Guccini e Patty Pravo.

Marino Badiale è nato nel 1958 a Cavarzere (Verona) ed è un noto saggista: ha anche scritto, in collaborazione con Massimo Bontempelli, “La sinistra rivelata (Massari, 2007) e ” Civilità Occidentale” (Canneto, 2009).

“Poesie Indifese”, che è edito da “Il Canneto Editore” di Genova, presenta in copertina il delizioso “Piccoli patrioti” di Gioacchino Toma (1862).

CLAUDIO ALMANZI

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com