EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le agevolazioni previste sulle “prime case” divenute inagibili

Meglio informarsi prima

Tutti conoscono che l’Agenzia delle Entrate prevede, seguendo la normativa italiana in materia, delle agevolazioni per tutti quegli immobili che risultano beneficiare della legge sulla prima casa. E’ una materia, questa, che subisce aggiornamenti e variazioni ma che qualsiasi notaio o qualsiasi agente immobiliare può chiarire nello specifico.
Quello che in molti non sanno è che, laddove l’acquisita ‘prima casa’ sia stata ufficialmente dichiarata inagibile dalle autorità competenti a seguito di un evento catastrofico naturale, il contribuente che volesse acquistare una nuova abitazione, potrà richiedere di godere delle agevolazioni previste a favore della prima casa anche se furono già messe in atto per la casa divenuta inagibile.

Il Fisco detta le regole da rispettare

Per quanto concerne il segmento relativo alle case di nuova costruzione il Fisco ha emesso una nota con la quale notifica che l’agevolazione prevista per la prima casa può essere riconosciuta legittima anche ad un acquirente già proprietario di un altro immobile dove ha ottenuto lo stesso beneficio, se quest’ultimo non risulta oggettivamente idoneo a sopperire alle esigenze abitative del contribuente.

La nota tende a specificare che laddove si sia verificato un evento sismico ovviamente imprevedibile ed inevitabile che ha originato l’oggettiva impossibilità per il contribuente di continuare ad utilizzare l’immobile acquistato per finalità abitative e che lo stesso non possa, a causa della inagibilità, continuare ad essere utilizzato per abitarvi, il contribuente che intenda acquistare un nuovo immobile possa avvalersi dei benefici previsti per la prima casa anche se questa agevolazione fu a suo tempo sfruttata per l’acquisto della casa diventata inagibile.

La nota prosegue precisando che laddove si sia goduto anche per il secondo immobile i benefit previsti per la prima casa e che successivamente al primo immobile venga revocata la inagibilità tornando così ad essere abitato nuovamente, il contribuente non sarà tenuto ad alcuna tassa compensativa per il fatto di aver goduto per due volte della stessa agevolazione prima casa, in quanto in entrambi i momenti in cui ha avanzato la richiesta alla Agenzia delle Entrate, erano in essere tutte le condizioni previstedalla normativa in materia di per godere delle agevolazioni prima casa.

Italia e i rischi del suo territorio

Non occorre essere dei geologi per sapere che il nostro Paese vive su di un fragile territorio caratterizzato dalla catena Appenninica e da placche tettoniche che tendono a scontrarsi tra loro. I terremoti in Italia sono davvero tanti sin dalla notte dei tempi e molti sono stati danni e lutti che hanno provocato. Se a questa condizione naturale dove si potrebbe fare di più per evitare morti e distruzioni, si aggiunge anche l’incuria e l’egoismo dell’uomo, avremo composto un quadretto generale che ci deve far preoccupare dal momento che nessuno è esente dal rischio di subire dei danni da un evento catastrofico.

Nel nostro fragile territorio, eventi del genere sono tutt’altro che rari e ancor meno raro è il fatto di perdere la propria casa ed essere costretti all’acquisto di un’altra: è allora che è bene conoscere tutte le possibilità onde pagare meno che sia possibile, affidandosi a norme appositamente pensate per agevolare il ritorno ad una vita normale.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com