EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

I Fili del Gusto: la valorizzazione della Marmilla passa dall’enogastronomia

Locandina Fili del Gusto 2017Domenica 1 ottobre a Baradili seconda edizione della manifestazione che dal più piccolo comune della Sardegna è salita alla ribalta nazionale

Baradili, 28 settembre 2017 – Cultura del buon cibo, promozione del territorio, sport e sostenibilità ambientale. Dopo il grande successo dello scorso anno, torna, con la seconda edizione, la manifestazione “I Fili del Gusto”, che domenica 1 ottobre a Baradili, il più piccolo comune della Sardegna, al centro della Marmilla con i suoi 84 abitanti, ospiterà giornalisti, food blogger, amministratori ed esperti di sviluppo locale, chef nazionali e internazionali, produttori e artigiani che per tutta la giornata, dalle 9,30 alle 20, intermezzo con street food delle famiglie di Baradili, si confronteranno tra degustazioni di prodotti locali, visite guidate, escursioni in mountain bike, lezioni di accoglienza, mercato contadino e show cooking. L’evento, organizzato dallo chef stellato Roberto Petza e dal comune di Baradili, si propone di valorizzare le specificità ambientali ed enogastronomiche che esaltano il buon vivere nei piccoli comuni della Sardegna. L’edizione di quest’anno avrà un’anteprima nella serata di sabato 30 settembre, con “Baradili capitale della pizza” che vedrà protagonisti i migliori pizzaioli nazionali come Gianfranco Iervolino, Diego Vitagliano e Mattia Masala. “Visto l’ottimo risultato della prima edizione la formula è rimasta la stessa – sottolinea il sindaco di Baradili, Lino Zedda – ma siamo riusciti ad arricchirla e migliorarla aggiungendo qualche tassello importante. Quello che ci interessa è far capire che nei piccolissimi comuni si vive bene e a lungo e da qualche anno, insieme al consorzio Due Giare, stiamo promuovendo una serie di manifestazioni ed eventi culturali ed enogastronomici di alto livello che facciano cogliere la bellezza dei nostri territori”. Luoghi in cui è facile trovare materie prime di eccellenza, come spiega lo chef Roberto Petza: “I produttori locali avranno una vetrina importante, perché la valorizzazione dei prodotti parte proprio dalla stretta collaborazione con la grande ristorazione che poi ha il compito di esaltarli”. Base dell’evento sarà la sede dell’Accademia Casa Puddu che dopo aver varcato i confini regionali è proiettata verso quelli internazionali. “Proprio in questi giorni abbiamo chiuso il progetto Taste to Taste che ci ha visto protagonisti a New York – evidenzia il direttore Gianfranco Massa – a settembre abbiamo gestito il ristorante Eataly di Milano e ad ottobre faremo lo stesso con quello di Roma. Riconoscimenti importantissimi che ci invogliano ad andare avanti anche in previsione dei nuovi corsi che partiranno a novembre”. Tra i nomi di spicco che caratterizzeranno l’evento, che in appena un anno è giunto alla ribalta nazionale, oltre al padrone di casa Roberto Petza del ristorante S’Apposentu di Siddi, ci saranno gli chef Luciano Monosilio, del ristorante Pipero al Rex di Roma, Nino Rossi. del Qafiz di Santa Cristina d’Aspromonte, Michele Mazza, chef presidente dell’AICNY (Associazione italiana chef New York), Salvatore Camedda, del Somu di San Vero Milis, Leonardo Marongiu, dell’Hub di Macomer, Alberto Sanna del Campidano di Samassi, Clelia Bandini del Lucitta di Arbatax, il maestro pasticcere Corrado Assenza, del Caffè Sicilia di Noto, Andrea Balleri, miglior sommelier d’Italia 2013, i giornalisti Gabriele Zanatta, vice direttore di Identità Golose, Luca Iaccarino di Repubblica, Barbara Guerra della Guida Touring Club e fondatrice della manifestazione Le Strade della Mozzarella insieme ad Albert Sapere. 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com