EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Sardegna: opere strategiche

Infrastrutture: ammonta a 4,7 miliardi il costo delle opere strategiche per la Sardegna (pari al 2% del costo complessivo delle infrastrutture nazionali, pari a 277.8 miliardi)

L’opera strategicamente prioritaria in Sardegna è il completamento della Sassari-Olbia per un valore di 1,1 miliardi

Ammonta invece a circa 3,5 miliardi il costo delle altre infrastrutture strategiche tra le quali la linea ferroviaria Cagliari-Sassari/Olbia, la SS 131 Cagliari-Sassari e la diramazione centrale nuorese e il sistema metropolitano dell’area metropolitana di Cagliari

Le disponibilità finanziarie sono di 3,4 miliardi, mentre il fabbisogno residuo ammonta a 1,2 miliardi: le risorse disponibili consentono una copertura del 74% dei costi

Su 4,7 mld , solo 1,163 sono i lavori ultimati , 202  mln le gare aggiudicate,537 mln i lavori in corso, 279 mln i contratti stipulati e ben 2,361 mld le opere in fase di progettazione

L’80% delle disponibilità sono costituite da finanziamenti pubblici, il restante 20% di risorse private è rappresentato dai fondi di Terna Spa destinati alla realizzazione del collegamento SAPEI

Piras e Mascia (CNA): Il processo di ammodernamento del sistema infrastrutturale isolano dipende dalla capacità della Regione di esigere dallo Stato, anche attraverso i grandi Enti Pubblici, il rispetto degli impegni assunti

 

“Il processo di ammodernamento del sistema infrastrutturale isolano, dipende dalla capacità della Regione di esigere dallo stato – anche attraverso i grandi enti pubblici – il rispetto degli impegni assunti”.

E’ l’incipit con cui il segretario Regionale Cna Francesco Porcu e il presidente regionale di Cna Costruzioni Antonello Mascia commentano il report “Le infrastrutture strategiche – Risorse disponibili e ripartizione territoriale” predisposto dagli uffici studi di CNA Sardegna che fa il punto sullo stato dell’arte, costi, disponibilità e fabbisogno delle infrastrutture strategiche di interesse della Sardegna rispetto alle varie fonti di finanziamento.

Ammonta a 4,7 miliardi il costo delle infrastrutture strategiche di interesse della Sardegna alla data del 31 maggio 2017. Rispetto al costo complessivo dell’infrastrutturazione nazionale, pari a 277,8 miliardi, il dato regionale rappresenta una quota pari al 2%, a fronte di quote dell’8% per superficie territoriale e del 3% per popolazione residente (in termini di investimenti in opere pubbliche, nella media degli ultimi anni, il peso della Sardegna si attesta sul 4%).  E’ quanto si evince dal rapporto “Le infrastrutture strategiche – Risorse disponibili e ripartizione territoriale” presentato alla VIII Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei deputati lo scorso luglio.

 

Lo studio – reso noto dalla Cna Sardegna – evidenzia un costo di 1,1 miliardi per l’opera considerata prioritaria per la regione, il collegamento stradale Sassari-Olbia, individuata, insieme ad altre 24 opere, dall’Allegato infrastrutture al Documento di Economia e Finanza (DEF) 2015 e confermata nei successivi Allegati ai DEF 2016 e 2017. Ammonta invece a circa 3,5 miliardi il costo delle altre infrastrutture strategiche tra le quali rientrano, tra le altre, la linea ferroviaria Cagliari-Sassari/Olbia, la SS 131 Cagliari-Sassari e la diramazione centrale nuorese e il sistema metropolitano dell’area metropolitana di Cagliari.

Le disponibilità finanziarie

Rispetto al costo degli interventi programmati, le disponibilità finanziarie ammontano complessivamente a oltre 3,4 miliardi di euro, mentre il fabbisogno residuo ammonta a 1,2 miliardi: le risorse disponibili consentono quindi una copertura finanziaria pari al 74% del costo.

 

L’80% delle disponibilità sono costituite da finanziamenti pubblici e il restante 20% da finanziamenti privati. Questi ultimi sono rappresentati unicamente dalle risorse di Terna Spa per la realizzazione del collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI.

Quanto alle principali tipologie di finanziamento individuate, il 22,5% delle disponibilità individuate al 31 maggio 2017 è rappresentato dalle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) per l’attuazione del Piano nazionale per il Sud (PNS) assegnate con la delibera CIPE 62/2011: si tratta di 776 milioni destinati quasi totalmente al potenziamento delle strade SS 131 Cagliari-Sassari, SS 729 Sassari-Olbia e SS 554 Cagliaritana.

Le risorse a carico dei fondi dell’abrogata “Legge Obiettivo”, pari a circa 242 milioni, rappresentano invece il 7% delle disponibilità. Con tali risorse sono stati finanziati i lavori di ammodernamento e l’adeguamento della SS 131 tra il chilometro 23+885 ed il chilometro 47+000, l’interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa-Campidano e l’utilizzazione irrigua e potabile dei rii Monti Nieddu-Is Canargius e bacini minori.

Altri 224 milioni, pari al 6,5% delle disponibilità, sono riconducibili al Fondo “sblocca cantieri”, istituito nel 2013 e incrementato nel 2014.

Le risorse della programmazione 2014-2020 per le infrastrutture strategiche sarde incluse tra gli interventi dei Patti per il Sud o tra quelli del Piano operativo infrastrutture, assegnate dal CIPE nel 2016, ammontano a 409 milioni e rappresentano il 12% delle disponibilità. In particolare, le risorse FSC 2014-2020 assegnate alle infrastrutture strategiche previste dai Patti per lo sviluppo della regione Sardegna e della città metropolitana di Cagliari ammontano a 216 milioni, pari al 36% dei 606 milioni assegnati alle infrastrutture strategiche previste dai Patti territoriali del mezzogiorno e del centro-nord e al 13% dei 1.618 milioni di dotazione finanziaria complessiva a valere sulle risorse FSC 2014-2020 dei due Patti.

Le risorse FSC 2014-2020 assegnate alle infrastrutture strategiche previste dal Piano operativo infrastrutture, di competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ammontano a 193 milioni, pari al 5% dei 4.137 milioni assegnati alle infrastrutture strategiche previste dal Piano e al 20% dei 943 milioni di dotazione finanziaria per le infrastrutture, strategiche e non, della Sardegna.

Stato di avanzamento

Riguardo all’avanzamento fisico delle infrastrutture strategiche della Sardegna al 31 dicembre 2016 rapporto “Le infrastrutture strategiche – Risorse disponibili e ripartizione territoriale” rileva uno stato differente in base al livello di priorità e di avanzamento procedurale e finanziario.

 

Per l’infrastruttura prioritaria Collegamento stradale Sassari-Olbia, articolata in 12 lotti (11 relativi al progetto iniziale e 1 al completamento) si rileva una maggiore incidenza dei lavori in corso: 371 milioni su 1.105 milioni di costo totale, pari al 34%. Un altro 27% del costo (300 milioni) è rappresentato dal lotto di completamento in fase di progettazione. I lotti ultimati (0, 7, 8 e adeguamento Ponte Rio Padrongianus) rappresentano il 21% e il restante 18% spetta ai lotti 2 e 4, i cui lavori hanno avuto inizio nel 2017 e la loro ultimazione è attesa nel 2019.

Riguardo allo stato di avanzamento fisico delle 7 infrastrutture strategiche esaminate dal CIPE si rileva una maggiore incidenza dei lotti ultimati: 775 milioni su 1.516 milioni di costo totale, pari al 51%. Tra i lotti ultimati sono compresi i 4 lotti del collegamento sottomarino SAPEI (costo complessivo pari a 681 milioni), il 1° e 2° lotto dell’interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa-Campidano (costo complessivo pari a 54 milioni) e 2 lotti del progetto di ammodernamento ed adeguamento della SS131 Carlo Felice, tra il km 23+885 ed il km 47+000 (costo complessivo di circa 40 milioni).

 

Un terzo del costo complessivo, circa 500 milioni, è rappresentato da lotti in fase di progettazione: i lotti del progetto di adeguamento e messa in sicurezza  , con risoluzione dei nodi critici, di un tratto della SS 131 “Carlo Felice” , tra il km 108+300 al km 209+500, nelle province di Oristano, Nuoro e Sassari , del costo complessivo di 182 milioni con risorse interamente disponibili; i lotti del progetto “ utilizzazione dei deflussi del Flumineddu – collegamento Flumineddu – Tirso Schema idrico Fluminedduper l’alimentazione della Marmilla” del costo complessivo di 179 milioni di cui 39 disponibili; i lotti del progetto volto ad assicurare l’approvigionamento idropotabile del Sarrabus del progetto” opere approvvigionamento idropotabile Scheda n.39 PRGA – 2° e 3° lotto del costo complessivo di 79 milioni interamente disponibili;

l’interconnessione del sistema idrico Sulcis -Iglesiente con i sistemi idrici Tirso e Flumendosa -Campidano, del costo complessivo di 60 milioni di cui 59 a valere sulle risorse FSC 2014-2020, assegnate alle infrastrutture strategiche previste dai Patti per lo sviluppo della regione Sardegna.

Il restante 16% del costo delle opere esaminate dal CIPE, circa 241 milioni, riguarda lotti con contratto (83 milioni per l’utilizzazione irrigua e potabile dei rii Monti Nieddu-Is Canargius e bacini minori), lotti aggiudicati (55 milioni per il completamento del lotto “Nuraminis-Villagreca” del progetto di ammodernamento ed adeguamento della SS131 Carlo Felice, tra il km 23+885 ed il km 47+000), lotti con lavori in corso (19 milioni per il 3° lotto del collegamento dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa-Campidano), lotti con contratto risolto (84 milioni relativi ai lotti Nuraminis-Villagreca e svincolo Villasanta del progetto di ammodernamento ed adeguamento della SS131 Carlo Felice, tra il km 23+885 ed il km 47+000).

Infine, riguardo allo stato di avanzamento delle altre infrastrutture strategiche si rileva una maggiore incidenza dei lotti in fase di progettazione: 1.562 milioni su 2.041 milioni di costo totale, pari al 77%. Risulta, quindi, limitato a meno di un quarto del costo il valore delle altre infrastrutture strategiche con un avanzamento superiore.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION