EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La dieta per gli esami di maturità

La dieta per gli esami di maturità è colorata e ricca di alimenti di stagione. Per combattere la stanchezza e l’ansia è importante che la dieta per gli esami di maturità sia equilibrata. In prossimità degli esami è bene prediligere pietanza digeribili e leggere che regalino energia senza appesantire.

La dieta per gli esami di maturità, cosa mangiare

Avere uno stile di vita sano ed un’alimentazione variata aiuta a vincere lo stress degli esami. La dieta per gli esami di maturità deve essere invitante e salutare così da essere concentrati ed attivi.

La prima colazione non andrebbe mai saltata perché migliora la concentrazione ed evita cali di attenzione. Le alternative sono tante e comprendono latticini, cereali integrali, frutta e dolci semplici. A pranzo cereali conditi con sughi poco calorici, verdura e frutta consentono di sentirsi sazi ma non appesantiti.

Per recuperare le energie l’ideale è un piccolo spuntino pomeridiano a base di frutta fresca e secca come nocciole, mandorle o noci. In alternativa si può optare per un centrifugato di frutta di stagione o un frullato.

A cena via libera a pietanze digeribili che possano conciliare il sonno come carni bianche, pesce e formaggi magri.

La dieta per gli esami di maturità, cosa limitare

Per ridurre la spossatezza e la stanchezza risulta importante assicurarsi l’assunzione di tutti i nutrienti.

E’ bene limitare i piatti troppo conditi ed elaborati perché possono causare sonnolenza e difficoltà digestive. Un pranzo troppo abbondante potrebbe inficiare lo studio pomeridiano così come accade se si abusa di alcol e bevande super alcoliche.

Sarebbe invece meglio evitare sostanze eccitanti come il tè, il caffè ed il cioccolato mentre un bicchiere di latte può favorire il riposo.

Se si soffre di insonnia è possibile ricorrere ad alcune soluzioni naturali come la camomilla e la passiflora da utilizzare senza eccessi e rispettando le indicazioni. Ricordiamo sempre che non si tratta di alternative alle cure mediche e che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com