EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

MATRILINEARE, LABORATORIO POETICO TEATRALE NEI NURAGHI

Nella cornice TEATRI DI PACE, l’associazione culturale Ananché in collaborazione con l’associazione Heliogabalus, presentano :

Matrilineare – un percorso di pratica poetico teatrale ispirato alla Dea Madre, ambientato nei più importanti siti archeologici del Nord Sardegna, diretto da Grazia Dentoni, rivolto a 20 donne dai 14 anni ai 99 anni. Le iscrizioni al laboratorio saranno aperte fino al 15 giugno.

Dopo il successo dell’incontro tenutosi presso gli spazi del Ticcu Social Club di Sassari il giorno 17 febbraio 2018, con la presentazione di “Matrilineare, pratiche di Teatro nei nuraghi” e l’esposizione fotografica di Federica Ciotti “Trattas Antigas”, continuiamo ora con la raccolta delle adesioni al Laboratorio Teatrale Matrilineare, che avrà sede nella provincia di Sassari.

« In questa XVI edizione di Matrilineare, Arte e Scienza ancora una volta si uniscono.  Il connubio è suggestivo tra arte, archeologia e cultura popolare. Agli archeologi è lasciata l’accoglienza: accompagneranno le visite in importanti SITI NURAGICI del nostro territorio in cui io e Celeste abbiamo scelto di ambientare il laboratorio teatrale itinerante.

In quest’era tecnologica in cui si parla TANTO DI intelligenza collettiva nei sistemi mediatici, la scommessa è di rinforzare questo processo nella vita reale, di mettere in atto un modulo di intelligenza emotiva collettiva attraverso la pratica di questo laboratorio teatrale nomade e in continua trasformazione. Il sapere delle donne viene condiviso in un ritmo circolare, garantendo la trasmissione orale di storie e canti mentre si costruiscono maschere, si fila la lana, si pratica un training fisico e vocale.“– racconta Grazia Dentoni, creatrice e regista del laboratorio teatrale.

Oltre al Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari, il laboratorio avrà infatti come cornice scenica alcuni tra i più suggestivi siti archeologici della Sardegna come l’Altare preistorico di Santo Stefano ad Oschiri, il Nuraghe Appiu di Villanova Monteleone, le Domus de Janas di Su Crucifissu Mannu a Porto Torres ed il famoso altare megalitico di Monte d’Accoddi. Il Laboratorio si concluderà  presso uno degli scorci più importanti del Centro Storico di Sassari, tra Vicolo del Campanile e la Piazza del Duomo dove, con la collaborazione del Ticcu Social Club e l’Associazione Heliogabalus, domenica 8 Luglio si terrà la restituzione pubblica del percorso laboratoriale. 

«Abbiamo lavorato alla realizzazione di questo progetto con tenacia per mesi patrocinati dal Comune di Sassari ed il Polo Museale della Sardegna, che hanno accolto la nostra proposta con entusiasmo – ha sottolineato Celeste Ciotti, organizzatrice dell’incontro – e siamo felicissimi di vederlo finalmente realizzato presso il territorio della Provincia ed in alcuni dei luoghi più importanti della città di Sassari».

Il Laboratorio si svolgerà in due sessioni da tre incontri, della durata di due ore ciascuno.

Le date:

30 Giugno – Museo Etnografico G.A: Sanna

1 Luglio – Domus de Janas di Su Crucifissu Mannu / Altare S.Stefano

6 Luglio – Nuraghe Appiu

7 Luglio – Altare megalitico Monte d’Accoddi

8 Luglio – Ticcu Social Club, Restituzione pubblica, Vicolo del Campanile 8

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com