Italia

Viaggio in Corsica con i bambini? I consigli utili prima di partire

Quando si leggono articoli e blog online sui viaggi in famiglia in Corsica le opinioni che si trovano sono delle più disparate, diverse e, fondamentalmente, contrapposte.

Chi critica l’isola perché non è propriamente a misura di bambino e chi invece la esalta per lo stretto contatto con la natura che solo questa terra, come poche altre nel Mar Mediterraneo, è ancora capace di offrire.

La fortunata ostinazione dei corsi nell’andare controtendenza e nel preferire un turismo che apprezzi le bellezze paesaggistiche del luogo piuttosto che il richiamo a una qualche attrazione divertente, ma deturpatrice della natura e del territorio così com’è, ha fatto sì che la Corsica preservasse quel suo carattere antico, a tratti anche selvaggio, ma tremendamente affascinante.

Fatta questa premessa, è facile capire come le opinioni contrastanti rispetto a una vacanza sull’isola corsa con tanto di bambini piccoli al seguito siano in verità dovute al tipo di turista “formato famiglia”. C’è chi ha uno spirito di adattamento maggiore e preferisce portare con sé i bambini lungo percorsi di trekking, a fare snorkeling o a impiegare il tempo della vacanza in attività a stretto contatto con la natura. C’è chi invece esige le spiagge attrezzate, i lidi con tanto di ristorante e non vuole rinunciare alla comodità.

Ebbene, per questo secondo tipo di turisti, meglio mettere in chiaro che una vacanza in Corsica richiederà spirito di adattamento, ma ne varrà la pena, soprattutto per la gioia dei bambini.

I consigli per una bella vacanza formato famiglia in Corsica

Il primo consiglio per una vacanza comoda per tutta la famiglia è quella di avere con sé la propria automobile. Se abiti a Roma potrai arrivare in Corsica facilmente con il traghetto imbarcando anche la macchina, così non ci saranno problemi per portare con sé tutto il necessario per una giornata al mare senza stabilimenti nelle vicinanze o per affrontare tutti gli spostamenti che si dovranno fare (e ne sono tanti se si vogliono vedere le molte bellezze che l’isola ha da offrire).

Nel caso di imbarco anche del mezzo di trasporto è bene prenotare il biglietto del traghetto, soprattutto per l’altissima stagione. È un mese, quello di agosto, solitamente sconsigliatissimo per una vacanza in Corsica a causa dell’elevato numero di turisti che si riversa sull’isola in questo periodo.

Se non ci sono però alternative a delle vacanze in alta o altissima stagione, l’importante è muoversi d’anticipo, prenotando anche parecchio tempo prima, così da risparmiare qualcosina sui costi. Se i bambini soffrono i tragitti pieni di curve, è bene partire con le dovute precauzioni. Le strade in Corsica sono per lo più costituite da tornanti che si dipanano lungo le montagne del territorio, per cui sarà un bello stress dover trascorrere anche parecchie ore in macchina senza prima essersi premuniti di non far stare male chi soffre il mal d’auto.

Quando si va in spiaggia è bene portare con sé un ombrellone o una tendina (difficilmente si troveranno stabilimenti o lidi balneari). In compenso, il mare è da favola e in quasi tutte le spiagge il fondale è poco profondo con l’acqua che digrada dolcemente.

Infine, è bene portare sempre un giubbino o qualcosa di più pesante, lungo le montagne o quando cala la sera, il freschetto si fa sentire ed è meglio coprire i bambini adeguatamente.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close