Società

Lo Spettacolo GEA The Epilogue, regia di Fabio Omodei, aprirà il Festival Mondiale della Marionetta di Cartagine

Dal 22 al 29 Settembre 2018, l’Opera dei Pupi di Palermo e la Compagnia Teatrale Sofia Amendolea di Roma rappresenteranno l’Italia al Festival Mondiale della Marionetta, che si terrà al Teatro Nazionale delle Regioni di Cartagine. In programma 70 spettacoli, di oltre 20 paesi partecipanti da tutto il Mondo

La Tetralogia di GEA, regia di Fabio Omodei, con il suo “Epilogo” sarà lo Spettacolo di apertura di uno dei maggiori Festival Internazionali dedicato alle produzioni Mondiali di Teatro dei Burattini, Burattini/Sperimentale e di Figura.
Ospite della manifestazione anche un patrimonio del teatro italiano, l’Opera dei Pupi di Palermo, con lo Spettacolo “Orlando e Rinaldo VS Nofrio e Virticchio” della Associazione per la Conservazione delle Tradizioni Popolari, Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino.

Il Direttore Artistico Madame Habiba JENDOUBI, marionettista da oltre 40 anni, presenta il Festival: “quest’anno ospiteremo due Importanti Produzioni Teatrali Italiane: La prima è Gea-The Epilogue della Compagnia Teatrale “Sofia Amendolea”, questo spettacolo è stato scelto perché è originale e visivo, ma soprattutto perché affronta una tematica e un problema molto attuale. Poi l’Opera dei Pupi di Palermo con un ospite italiano molto Speciale per le giornate di studi internazionali, ovvero Rosario Perricone, direttore del Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino di Palermo. La Nostra Tradizione dei burattini, continua la Direttrice del Festival, nasce da influenze straniere come quella turca, siciliana e francese. Il teatro dei burattini in Tunisia nasce nel XIX secolo, e addirittura nel XVI secolo per quanto riguarda la prima forma principale del teatro delle marionette: il teatro delle ombre e il suo famoso personaggio Karakouz. E subito dopo sotto l’influenza dalla Francia: Guignol. Gli spettacoli di Guignol furono messi in scena nella città francese. La Tunisia conoscerà, ancora nel 19° secolo, un terzo tipo di teatro delle marionette: l’Opera dei Pupi, i cui protagonisti sono marionette, proveniente direttamente dall’Italia, in seguito all’immigrazione di massa dei siciliani che hanno mantenuto questa tradizione cara alla loro isola. Il Nostro Festival si propone di: promuovere il teatro delle marionette in Tunisia, dare risalto alle principali opere tunisine nell’arte delle marionette e valorizzare l’esperienza tunisina nel campo, permettendo al grande pubblico tunisina e altre per conoscere la marionette nel mondo, stabilire reti tra gli attori del campo e le strutture e gli eventi di burattini del mondo. Vogliamo promuovere le arti di teatro di figura in Tunisia, e promuovere le opere tunisine permettendo al pubblico straniero di conoscere l’arte del teatro delle marionette nel mondo, creare una rete tra gli attori in questo campo e le strutte e le manifestazioni nel mondo. Speriamo in un futuro raggiante e che continuerà il suo slancio.”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close