EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

BACI DI ALASSIO di Balzola si candidano per il Registro Regionale dei Comuni con prodotti De.Co

Con tre prodotti tipici nella lista per la certificazione De.CO. Lo storico marchio della “Città del Muretto” per un giorno materia di studio per i ragazzi del progetto la “Cultura alassina in tavola”.

Una storia imprenditoriale centenaria, nata nell’Alassio degli inglesi e del the delle 17, spiegata dagli eredi del cavalier Balzola, Carlo Maria e Maria Teresa, ad un gruppo di alunni coinvolti nel progetto di valorizzazione dei piatti e delle ricette dei borghi e delle frazionidella“Città del Muretto” per il Registro regionale dei Comuni con prodotti De.Co.

Una lezione di didattica attiva che, attraverso la tecnica dello storytelling, ha introdotto i giovani discenti del “Giancardi” a concetti quali: l’ideazione del prodotto, il marketing, il web marketing, l’e-commerce e il social media marketing.

Un percorso formativo iniziato tra i banchi di scuola e proseguito con la visita al laboratorio di pasticceria e alla caffetteriainseritadal 1988 tra i locali storici d’Italia dall’omonima associazione.

Una lezione propedeutica alla preparazione dello storyboard della video ricetta dei BACI DI ALASSIO di Balzola candidati a conseguire la denominazione comunale d’origine insieme al PANE DEL MARINAIO e all’AMARO DEI SARACENI.

L’importante riconoscimento, se concesso dall’Amministrazione comunale, consentirà ai prodotti della famiglia Balzola di essere inseriti nel Registro regionale dei Comuni con prodotti De.Co. (Denominazione Comunale).

Il progetto la “Cultura alassina in tavola” avrà poi un momento conviviale,il prossimo 13 dicembre, con una cena di beneficenza, nella quale saranno presentati tutti i prodotti candidati alla Denominazione Comunale.Ai fornelli della scuola alberghiera F. M. Giancardi, in una sorta di cooking team building, si cimenteranno i consiglieri comunali e gli chef delle associazioni della “Città del Muretto”

L’attività didattica è stata coordinata dai docenti Antonella Annitto, Massimo Sabatino, Monica Barbera e Franco Laureri con il supporto di Carlo Maria e Maria Teresa Balzola.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION