Società

L’estate di San Martino 11 Novembre

L’estate di San Martino cade a novembre ed indica un breve periodo di bel tempo. L’11 novembre si festeggia San Martino che porta con sé pochi giorni di sole e belle giornate.

L’estate di San Martino, la leggenda

Unantica leggenda racconta del soldato Martino che proprio agli inizi di novembre si preparava a tornare nella sua terra natia. Il giovane si mette in viaggio in un giorno di nebbia e freddo.

Durante il suo cammino incontra un povero tremante di freddo. Colto da pietà con la sua spada taglia un lembo del mantello per donarglielo. Dopo essersi riposato in una locanda Martino si rimette in viaggio ma nota un mendicante infreddolito al quale cede un altro pezzo della sua cappa. Infreddolito continua a cavalcare fino a notte. Il giorno seguente si imbatte in un viandante malamente vestito al quale regala ciò che era rimasto del suo mantello.

Martino risale a cavallo e subito dopo il clima cambia. La neve cessa di cadere ed un tiepido sole illumina la terra. Da allora in poi l’undici novembre si verifica l’estate di San Martino che ricorda la generosità del futuro santo.

La notte Martino ha una visione che lo induce a convertirsi e a diventare così cristiano.

L’estate di San Martino, dolci e vino novello

Le tradizioni dell’11 novembre comprendono la preparazione di pani e dolci particolari. A Venezia si prepara un dolce che rappresenta il Santo a cavallo. Invece in Sicilia è tradizione consumare biscotti secchi profumati con semi di finocchietto.

A San Martino avviene la spillatura del vino novello che si assaggia con le castagne.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close