EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Che cosa è il forex trading?

 

Sui mercati finanziari di tutto il mondo ogni giorno vengono transati più o meno 4 trilioni e mezzo di dollari: la ricerca di profitti da parte dei fondi di investimento e di margini da parte delle banche si concretizza attraverso l’acquisto di moneta in una certa valuta e la sua cessione in una valuta differente. Per esempio, si può immaginare di comprare 100 dollari per poi rivenderli, in base alle quotazioni, in yen o in euro. Questo è, a grandi linee, il forex trading, ovviamente reso tramite una spiegazione molto semplificata. Lo scenario in realtà è più ampio ed elaborato, soprattutto per colpa di oscillazioni divenute sempre più palesi nel corso degli ultimi anni. In genere, comunque, nel momento in cui si fa riferimento al mercato forex si chiama in causa l’insieme di movimenti che regolano il commercio nazionale e quello internazionale.

Come funziona e si sviluppa il forex trading

Il forex trading si basa sullo scambio di valute, ed è per questo motivo che l’unità di misura di riferimento che viene presa in considerazione è la coppia di valute. Il dollaro americano, indicato con la sigla USD, è la moneta che viene scambiata di più insieme con l’euro: ecco, quindi, che la coppia è identificata dalla scritta USD / EUR. In questo caso, il dollaro americano è la valuta base, che corrisponde al primo elemento della coppia e che in uno scambio assume un valore unitario, cioè pari a 1; l’euro, invece, è la valuta in cui effettuare lo scambio.

Il trading sul forex

mercati sono croce e delizia per gli investitori: ricchi di opportunità da cogliere per coloro che hanno le capacità di sfruttarle, ma anche di rischi a cui è bene prestare attenzione, specialmente nel caso in cui non si possa contare su una formazione appropriata. Per iniziare, è necessario registrarsi presso un broker affidabile e poi effettuare il versamento del capitale che si è intenzionati a investire; il broker mette a disposizione la piattaforma attraverso la quale si può fare trading, così come gli strumenti necessari per l’analisi tecnica e per l’analisi fondamentale.

Perché scegliere il forex

Prima di scoprire come fare trading sul forex online, è bene tener presente che solo i broker autorizzati vanno tenuti in considerazione per questo tipo di operazioni. In questo modo si è esenti da rischi, dal momento che le autorizzazioni che vengono assegnate dalla Consob sono concesse solo in seguito all’esecuzione di controlli rigorosi. I principianti devono sapere che il forex è OTC: questo acronimo è la sigla di Over The Counter, un’espressione che mette in evidenza la mancanza di una sede fisica, a differenza di quel che accade con le Borse (e infatti ci sono la Borsa di Milano, quella di New York, quella di Francoforte, e così via). A condizionare il forex è lo scenario economico, in maniera più o meno diretta.

Quando si può tradare

Non si può tradare con il forex sempre: dal lunedì al venerdì il mercato è aperto senza soluzione di continuità, 24 ore su 24, ma il sabato e la domenica è chiuso. Bisogna sempre tenere conto dei fusi orari dei vari Paesi, ma soprattutto della grande abbondanza di liquidità che caratterizza questo contesto: in sintesi, per un trader che ha intenzione di vendere ce n’è sempre uno che desidera comprare. Infine, è bene imparare ad acquisire familiarità con il concetto di leva finanziaria, grazie a cui le operazioni possono essere amplificate al fine di ottenere guadagni più elevati rispetto a quelli che potrebbero essere conseguiti solo con il capitale di partenza.

About the author

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related

JOIN THE DISCUSSION